sebastian vettel dtm
Sebastian Vettel, Aston Martin in the Press Conference

Sebastian Vettel passa in DTM? Non è una notizia bomba, ma il desiderio di chi gestisce la serie tedesca, da poco convertitasi alla “religione” della GT3. Gerhard Berger non ha nascosto la sua volontà di portare il quattro volte iridato nel campionato che gestisce, quando questi si sarà stancato della Formula 1. Il suo piano è quello di coinvolgerlo non soltanto nell’azione in pista, ma anche in iniziative collaterali, che fanno bene alla promozione di una serie “in ristrutturazione”.


DTM: la nuova era parte a Monza


Perché portare Sebastian Vettel in DTM?

Berger ha sempre avuto un pallino per Vettel, e ritiene che potrebbe essere l’innesto giusto per un DTM da rilanciare. Come ha confermato l’ex ferrarista su Speedweek, Seb ha 34 anni, e un giorno non troppo lontano potrebbe stancarsi nel circus. Ma è ancora abbastanza giovane per provare qualcosa di nuovo, dunque, perché non cimentarsi con le ruote coperte? Non sarebbe neanche la prima volta che il DTM attrae un colosso della massima formula. Andando indietro nel tempo, Keke Rosberg fece la sua apparizione nella serie nel 1992, prima con Mercedes e poi con Opel. E portò con sé il suo pupillo JJ Lehto, che ingaggiò per il suo team nel 1996. In tempi più recenti, piloti come Ralf Schumacher, Heinz Harald Frentzen, David Coulthard e Mika Hakkinen hanno corso nella categoria, vincendo anche delle gare. Bernd Schneider, cinque titoli all’attivo nella serie teutonica, ha dei trascorsi nel mondiale, disputando un pungolo di gare con la Zakspeed.

Promozione ambientalista

Ma Berger ha in mente qualcosa in più da fare con Vettel. Il motorsport abbraccia sempre più il tema della sostenibilità, ed il promoter del DTM sta pensando di coinvolgere il talento di Heppenheim per iniziative parallele a tema. Vettel, così come Lewis Hamilton, ha mostrato una sensibilità al tema, criticando le ipocrisie dell’ambiente della F1 (e della mobilità elettrica). Nel mese di aprile ha inaugurato l’iniziativa “BioBienenApfel”, un progetto di agricoltura biologica che si pone l’obiettivo di creare prodotti naturali, e di preservare le api. A tal proposito, Berger è sicuro di ottenere la collaborazione del quattro volte iridato, per eventi correlati da affiancare ai programmi di gara.


Vettel ambiente: il pilota è testimonial dei prodotti biologici


Immagine in evidenza di Aston Martin Formula One Team, per gentile concessione

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20