Inter – Chievo 2-0, Politano e Perisic per l’Europa

Primo tempo bloccato, nella ripresa l’espulsione di Rigoni favorisce la squadra di Spalletti. Bene i giovani Vignato e Depaoli.

Giocare di lunedì sera non è mai facile, poi se sei obbligato a vincere per tenere il passo di Atalanta, Milan e Roma ancora peggio. Al primo vero matchpoint della stagione l’Inter non si è fatta trovare impreparata e ha ottenuto una vittoria importantissima in chiave terzo posto battendo il Chievo per 2-0 a San Siro. Ora la Champions League è a soli 3 punti, ma nelle ultime due gare ci sono Napoli ed Empoli: due squadre non proprio facili.

Spalletti schiera Miranda e Cedric in difesa mentre Borja Valero sostituisce lo squalificato Brozovic, Di Carlo risponde schierando molti giovani promettenti tra cui il portiere Semper, Depaoli e Vignato; l’inerzia della partita premia l’Inter che inizia ad attaccare sfruttando soprattutto i trequartisti laterali ma i clivensi sono bravi a ricompattarsi nella propria metà campo e a ripartire velocemente.

I tentativi dell’offensiva nerazzurra vengono neutralizzati dalla difesa avversaria e iniziano a sentirsi i primi mugugni tra gli spalti di San Siro mentre i ragazzini sfrontati di Di Carlo provano anche a ripartire in contropiede e a fermare sul nascere la manovra dei padroni di casa a volte troppo lenta e prevedibile.

Verso la metà del primo tempo capitano a Perisic le due occasioni più nitide ma Semper si supera e riesce a sventare il pericolo, prima dell’intervallo però la squadra di Spalletti riesce a portarsi in vantaggio grazie a Politano che risolve un rimpallo dal limite con tiro mancino incrociato: palo-gol con Semper bloccato sul secondo palo.

Il vantaggio stempera un po’ il clima di tensione creato attorno al campo di gioco e accompagna le due squadre negli spogliatoi, nella ripresa il copione è simile con l’Inter che cerca di fare la partita e di trovare il raddoppio della sicurezza e la squadra di Di Carlo che si difende con ordine.

Nel primo quarto d’ora ci prova Perisic che però non riesce a ribadire in rete una respinta corta di Semper su tiro a giro di Politano, l’ex centrocampista del Sassuolo sarà costretto ad uscire pochi minuti più tardi per problemi alla caviglia.

Il gol è nell’aria, l’Inter sfrutta la superiorità numerica causata dall’esplosione di Rigoni per aumentare il ritmo e il palo di Perisic a coronamento di una bella azione corale è il preludio al raddoppio firmato dallo stesso giocatore croato che riesce a bucare l’intera retroguardia avversaria con un mancino chirurgico su tiro di Cedric.

Nel finale la squadra di Spalletti gioca sul velluto e manca il terzo gol per questione di centimetri con Gagliardini, dopo 4′ di recupero l’arbitro Valeri sancisce la fine delle ostilità e decreta la vittoria dei padroni di casa che si riprendono il terzo posto in attesa della trasferta di Napoli, crocevia fondamentale del finale di stagione così come lo è stato del girone di andata e opportunità imperdibile di chiudere senza troppi affanni il discorso Champions League.

TABELLINO

INTER – CHIEVO 2-0

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cedric, Miranda, Skriniar, Asamoah; Vecino (20′ st Gagliardini), Borja Valero; Politano (17′ st Candreva), Nainggolan, Perisic; Icardi (34′ st Lautaro Martinez)

A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Dalbert, Joao Mario, Keita Balde

Allenatore: Spalletti.

CHIEVO (4-4-2): Semper; Depaoli, Cesar, Bani, Tomovic (33′ st Jaroszynski); Leris, Rigoni, Hetemaj, Vignato (35′ st Pellissier); Meggiorini, Grubac (6′ st Kiyine)

A disposizione: Caprile, Tanasjevic, Andreolli, Karamoko, Ndrecka, Burruchaga, Piazon, Pucciarelli, Stepinski

Allenatore:Di Carlo

Marcatori: 39′ Politano, 81′ Perisic

Arbitro: Valeri

Ammoniti: Grubac, Rigoni, Borja Valero, Perisic

Espulsi: Rigoni

Please follow and like us:

Gregorio Scaglioli

Amante del calcio e dello sport, aspirante giornalista sportivo e caporedattore di questo bellissimo progetto di scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.