Il Tribunale cambia la classifica, Palermo in C

Cambia completamente la geografia della serie B dopo la sentenza del tribunale federale che accoglie le richieste della Procura federale e condanna il Palermo per illecito amministrativo. Il presidente Zamparini, per il quale però non scatterebbe il deferimento, avrebbe commesso illeciti amministrativi consentendo alla sua squadra di essere regolarmente iscritta ai campionati 2015, 2016 e 2017. Nella sentenza, immediatamente esecutiva, anche il nome del presidente del collegio sindacale Morosini e il presidente del CdA, Giammarva. Per loro rispettivamente 5 anni con preclusione, si traduce in radiazione, e 2 anni di inibizione.

Un duro colpo per la nuova proprietà che, insediata da pochi giorni, potrebbe pagare a caro prezzo la sentenza. Si ritroverebbe infatti dal sogno serie A alla realtà della serie C senza averne responsabilità

Nel commentare l’ultima partita di campionato avevamo dato la notizia di una possibile squalifica (Leggi) che avrebbe vanificato gli sforzi della squadra sul campo. Così è stato e il Palermo ha ora 15 giorni per presentare ricorso. Tutto questo però avrà effetti anche sulla data d’inizio dei play off e dei play out, programmati per la prossima settimana

La nuova classifica

Con la retrocessione dei rosanero all’ultimo posto la nuova classifica finale della serie B sarebbe dunque:

  1. Brescia
  2. Lecce
  3. Benevento
  4. Pescara
  5. Verona
  6. Spezia
  7. Cittadella
  8. Perugia
  9. Cremonese
  10. Cosenza
  11. Crotone
  12. Ascoli
  13. Livorno
  14. Venezia
  15. Salernitana
  16. Foggia
  17. Padova
  18. Carpi
  19. Palermo

Alla luce di questo nulla cambia per Brescia e Lecce promosse direttamente in serie A. Per i play off invece entrerebbe in ballo il Perugia che si ritroverebbe all’ottavo posto. In chiave retrocessione si salverebbe il Venezia lasciando la disputa dei play off tra Salernitana e Foggia. Ma… potrebbe non essere tutto qui. La richiesta di diminuzione dei punti di penalizzazione da parte del Foggia se accolta potrebbe cambiare anche lo scenario della disputa per la C.

Il ricorso

Il Presidente Albanese ha già dichiarato che la società presenterà ricorso e ha ritenuto la sentenza “incomprensibile”. Sia lui, sia il SIndaco della città di Palermo hanno indicato nella sentenza un danno ai danni non solo della società sportiva ma anche alla città e ai tifosi.

Si attendono ora le nuove date per la disputa dei play off e play out e la decisione del tribunale federale nell’appello.

Please follow and like us:

Roberta Quaresima

Per dimostrarmi che non è mai troppo tardi e provare ad intraprendere un nuovo cammino professionale, ho iniziato a 50 anni a studiare e scrivere pensando di poterne fare un lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.