In occasione del suo centoundicesimo compleanno la squadra di Spalletti regala una vittoria importante per il proseguo del campionato dopo una partita cinica che però porta i nerazzurri nel miglior clima pre-Europa League in attesa del derby di domenica prossima

Nella XXVII giornata di Serie A l’Inter ospita la SPAL a San Siro in occasione del suo 111esimo compleanno, la squadra di Spalletti deve ricominciare a fare punti dopo il pareggio a Francoforte di Europa League per arrivare al derby con il minimo distacco dai rossoneri mentre gli ospiti hanno raccolto soltanto due punti nelle ultime cinque gare e vogliono invertire il trend negativo per conquistare la salvezza.

La prima vera occasione arriva al 17′ con Martinez che manda a lato di testa su cross di Cedric, i biancazzurri rispondono pochi minuti più tardi con l’incornata di Petagna su invito di Bonifazi; il pallino del gioco è in mano ai padroni di casa che al 32′ si portano in vantaggio con la bella azione di Martinez bravo a stoppare e a girarsi in un fazzoletto per poi battere in contrattempo Viviano con un destro di controbalzo ma il VAR richiama Calvarese che annulla il gol per un tocco di mano dell’argentino al momento dello stop.

Nel finale di primo tempo Brozovic è costretto ad uscire per un presunto stiramento, al suo posto Candreva: Spalletti spera di recuperare il croato per la gara cruciale di Europa League contro l’Eintracht di giovedì.

Nella ripresa i padroni di casa scendono in campo con maggior determinazione controllando sempre il pallino del gioco e al 68′ si portano in vantaggio grazie alla fiammata di Politano che controlla in area di rigore e fulmina Viviano con un veloce mancino; la SPAL accusa il colpo e al 77′ subisce anche il gol dello 0-2 ad opera di Gagliardini bravo a stoppare in area un invito di Cedric e a battere ancora una volta Viviano.

Nel finale è pura accademia con la squadra di Spalletti che si limita a controllare la partita approfittando delle difficoltà in fase di costruzione degli uomini di Semplici mai arrivati a creare veri pericoli dalle parti di Handanovic, dopo 5′ di recupero termina così 2-0 la sfida tra Inter e SPAL.

Buona prestazione degli uomini di Spalletti che si riportano a -1 dal Milan e si preparano al meglio al ritorno degli ottavi di Europa League in attesa del derby mentre i ferraresi continuano il digiuno da punti e da gol scendendo a +2 dalla zona retrocessione.

TABELLINO

INTER – SPAL 2-0

INTER  (4-2-3-1): Handanovic 6; Cedric 6, Miranda 6 (46′ Ranocchia 6), De Vrij 6,5, Dalbert 5; Gagliardini 6, Brozovic 5 (42′ Candreva 5); Politano 6,5 (74′ Borja Valero 6), Joao Mario 6, Asamoah 6; Martinez 6

A disposizione: Padelli, Keita Baldé, Perisic, Skriniar, D’Ambrosio

Allenatore: Luciano Spalletti 6

SPAL (4-4-2): Viviano 4; Bonifazi 5,5, Vicari 5,5, Felipe 5 (73′ Paloschi 5), Fares 5; Kurtic 5,5, Schiattarella 6, Missiroli 5, Valoti 5 (62′ Dickmann 5); Floccari 4,5 (84′ Antenucci 5), Petagna 5

A disposizione: Gomis, Fulignati, Poluzzi, Simic, Valdifiori, Costa, Regini, Jankovic

Allenatore: Leonardo Semplici 5

Marcatori: 68′ Politano, 77′ Gagliardini

Arbitro: Calvarese 6

Ammoniti: 19′ Gagliardini; 29′ Missiroli; 45′ Petagna; 57′ Joao Mario; 57′ Valoti; 64′ Felipe; 90′ Vicari; 90′ Ranocchia

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.