Interviste Gp Bahrain

Il gran premio del Bahrain, si è concluso con la vittoria di Lewis Hamilton. Ennesima prova di forza del britannico che dopo aver ottenuto la pole, conclude al meglio il suo weekend.

Una gara che ha visto grande timore per quanto successo a Romain Grosjean. Il francese della Haas ha avuto un incidente dal quale è riuscito a salvarsi. La vettura si è prima separata in due e poi ha preso fuoco. Il pilota attualmente si trova in ospedale, a causa delle conseguenze riportate dall’incidente.

Interviste Gp Bahrain: come sta Grosjean?

Sulle condizioni del pilota, ha fatto chiarezza il team principal della Hass, Guther Steiner. Queste le parole del team principal italiano: “Romain è cosciente, ho parlato con Grosjean. Sta bene, un po’ acciaccato: lamenta qualche scottatura alle caviglie e alle mani, anche se non voglio fare commenti medici“.

Steiner conclude così: “Ora è in ospedale e se c’è altro lo scopriranno lì. Ovviamente è molto scosso. Voglio ringraziare i medici e gli stewards, sono stati molto rapidi ad intervenire. E’ stato spaventoso. Quando ho visto l’impatto? Ho solo sperato che stesse bene. Quando è saltato fuori dalla macchina, poi i medici arrivati ad aiutarlo, siamo stati felici“.

Interviste Gp Bahrain: le parole di Hamilton

Ha vinto ancora lui, Lewis Hamilton. Il pilota della Mercedes, nonostante il titolo già conquistato, non vuole lasciare niente a nessuno.

Queste le parole di Hamilton: “Le Red Bull oggi erano veloci, ho dovuto spingere per tenerle lontane. Questa pista è impegnativa a livello fisico. Ho cercato di rispondere quando era necessario. Non sapevo cosa sarebbe successo alla fine con la Safety Car. Sono grato ai nostri strateghi. Poter ottenere un altro risultato come questo è un privilegio“.

Su quanto accaduto a Grosjean: “Quando sei nell’abitacolo e succedono cose come quelle è tremendo. Sono grato che l’halo abbia funzionato. Le barriere hanno tagliato a metà la macchina. Poteva andare molto peggio. Questo è sport pericoloso. Siamo in pochi a poter spingere fino al limite. Quello che è accaduto oggi dimostra quanto la FIA sia stata sul pezzo per garantire la sicurezza“.

Verstappen ancora a podio

Ancora a podio, Max Verstappen che minaccia il secondo posto nella classifica piloti, occupato dal finlandese della Mercedes Bottas.

Ha parlato così Verstappen nel post gara: “Lotta con Lewis? Si ci mancava passo, ho cercato di stare vicino, ma loro avevano sempre una risposta per quello che cercavamo di fare. Forse non siamo stati abbastanza aggressivi con la strategia. Il nostro pit stop è stato lento, è andata come è andata. Ma il secondo posto non è male“.

Sull’inizio della gara: “Partenza? Spaventoso. Abbiamo visto bandiera rossa ma quella non significa che ci sia per forza qualcosa di brutto. Poi però ho visto il fuoco e quello non è mai un bel segnale. Per fortuna sta bene, spero che recuperi rapidamente“.

Albon si riscatta

Terzo posto per Alexander Albon che riscatta un finale di stagione deludente. Nonostante il risultato di oggi, la Red Bull sembra intenzionata a sostituire Albon con Hulkenberg, retrocedendo il thailandese in Alpha Tauri.

Queste le parole di Albon: “Un po’ di fortuna alla fine, Sergio aveva fatto un’ottima gara. Dopo quello che è successo venerdì i ragazzi hanno fatto un grande lavoro mettendo a posto la macchina. Bellissima sensazione. Sono felice. Doppio podio per noi. Già nelle ultime gare stavo migliorando, ma non si vedeva dai risultati. Questo è un passo in avanti“.

Leggi anche: GP Barhain: Hamilton domina una gara col botto

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20