Una super Lazio infligge il primo ko stagionale alla Juventus di Sarri che manca così il contrappasso sull’Inter, ora in testa con due punti di vantaggio sul bianconeri. Netta e convincente la vittoria dei padroni di casa che pure erano passati in svantaggio a causa del gol di Ronaldo. Ma nel finale di tempo, Luiz Felipe ha riequilibrato il risultato. Nella ripresa, l’espulsione di Cuadrado, per fallo da ultimo uomo, ha spianato la strada alla Lazio che ha dilagato con Milinkovvic Savic e Caicedo oltre a fallire un calcio di rigore con Immobile. Settima vittoria consecutiva per gli uomini di Inzaghi per i quali la parola Scudetto sembra non essere più un miraggio.

La Partita:

Inzaghi si schiera con il 3-5-2 con Immobile e Correa in attacco. A centrocampo, Lazzari Leiva, Luis Alberto, Milinkovvic Savic e Lulic. Difesa con Acerbi, Radu e Luiz Felipe a protezione di Strakosha.

Sarri risponde con il.4-3-1-2 con Bernardeschi dietro le due punte Ronaldo e Dybala. A centrocampo, Pjanic, Bentancur e Matuidi. In difesa, Cuadrado a destra, Alex Sandro a sinistra, Bonucci e De Light centrali a guardia di Szcezny.

Primo tempo:

Buon avvio della Lazio che mette subito in difficoltà la retroguardia bianconera con Immobile. Poi è Dybala a scuotere i suoi con due conclusioni che chiamano Strakosha a due altrettanti interventi decisivi. Il gol, però, arriva al 25′, grazie al tap-in vincente di Ronaldo.che finalizza alla perfezione uno scambio Dybala-Bentancur. Proprio quest’ultimo, al 40′, è costretto ad uscire per un infortunio al ginocchio. Al suo posto entra Emre Can. Sul finire di tempo, Luiz Felipe acciuffa il pari anticipando tutti con un colpo di testa sul quale Szcezny non può nulla.

Secondo tempo:

La ripresa si apre su ritmi bassi per circa un quarto d’ora. Poi l’episodio che cambia le sorti della partita. Cuadrado stende Lazzari lanciato verso la porta e, da ultimo uomo, viene espulso. Sarri inserisce subito Danilo per Bernardeschi nel tentativo di trovare più equilibrio. Ma l’inferiorita numerica fa la differenza. La Lazio, difatti, dopo una clamorosa occasione sprecata da Dybala, prende il sopravvento e completa la rimonta con Milinkovvic Savic che beffa De Light e Szcezny in un colpo solo. Poco dopo, Immobile fallisce un calcio di rigore. Sarri si gioca la carta Higuain per Dybala, ma non c’è storia. Caicedo, subentrato ad Immobile, cala il tris e fa sognare il popolo biancoceleste.

Il Tabellino:

LAZIO(3-5-2): Strakosha, Acerbi, Radu, Luiz Felipe, Leiva, Milinkovvic Savic(90’st Caicedo), Lazzari, Luis Alberto(75’st Parolo), Lulic, Correa, Immobile(88’st, Caicedo). A disposizione: Proto, Guerrieri,Bastos, Silva, Caicedo, Parolo, All. Simone Inzaghi

JUVENTUS (4-3-1-2): Szcezny, Cuadrado, Bonucci, De Light, Alex Sandro, Pjanic, Bentancur (40’pt Emre Can), Matuidi, Bernardeschi(60’st Danilo), Dybala(80’st Higuain), Ronaldo. A disposizione: Buffon, Rugani, Demiral, Rabiot, Emre Can, Higuain, De Sciglio, Danilo. All. Maurizio Sarri

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Marcatori: 25’pt Ronaldo(J), 42’pt Luiz Felipe, 70’st Milinkovvic Savic, 90’st Caicedo

Recupero: 1’pt, 5’st

Angoli: 5-4

Ammoniti: Cuadrado, Pjanic, Dybala, Leiva, Luis Alberto

Espulsi: Cuadrado per doppia ammonizione

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.