fbpx
Settembre23 , 2021

Martusciello, braccio destro di Sarri: “Mister felice”

Related

NFL, Week 3 – La preview di Chargers – Chiefs

L'Arrowhead Stadium si prepara a ospitare la sfida interamente...

NFL, Week 3 – La preview di Colts – Titans

Alle ore 19:00 di domenica 26 settembre va in...

NFL, Week 3 – La preview di Washington – Bills

Viste le prestazioni mostrate nell'ultimo turno di campionato, la...

NFL, Week 3 – La preview di Saints – Patriots

La sfida tra New Orleans Saints and New England...

NFL, Week 3 – La preview di Falcons – Giants

Nel turno delle 19:00 ora italiana di domenica 26...

Share

Maurizio Sarri sta entrando sempre più all’interno della Lazio. Il mister toscano ha preso la squadra lasciata in eredità da Simone Inzaghi e la sta preparando per la nuova stagione. Il ritiro ad Auronzo di Cadore procede a gonfie vele e il suo braccio destro, Giovanni Martusciello, dice che il tecnico è molto felice.


Xherdan Shaqiri nella lista di Igli Tare


Martusciello: “Sarri? Pretende molto ma è contento”

Il secondo allenatore della Lazio e braccio destro di Maurizio Sarri, Giovanni Martusciello, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, dove ha spiegato come procede “l’inserimento” del mister nel mondo biancoceleste. Martusciello ha detto: “Allenatore che pretende molto, queste due settimane ci son servite per migliorare. Più di un elemento ci ha sorpresi, ma non faccio nomi. La disponibilità ci ha colpiti subito e quando c’è, tutti sono contrati per andare incontro alle esigenze tattiche dell’allenatore“.

Il nuovo assetto della Lazio

L’allenatore parla anche della nuova forma che Sarri sta dando alla Lazio: il passaggio dal 3-5-2 al 4-3-3 è una delle rivoluzioni più grandi: “Questa squadra si trova catapultata all’improvviso con la linea a quattro, ma noi dobbiamo abbandonare il pensiero dell’avversario. Vogliamo la condizione della palla, non dipendere dagli altri. Ci sono difficoltà in partita, dove c’è imprevedibilità, perchè ci si può far portare dall’istinto e dall’abitudine. Ma sappiamo che è normale, serve tempo. Il lavoro del portiere è una conseguenza: deve saper parare, ma la costruzione del basso è lo stesso importante“. Nonostante quindi le “difficoltà” iniziali che ci potrebbero essere, Sarri e il suo staff sono molto positivi e desiderano farsi trovare pronti per l’inizio della stagione.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20