Michel Platini arrestato per corruzione

Un nuovo terremoto scuote il mondo del calcio. L’ex presidente della Uefa, Michel Platini, si trova da stamattina in stato di fermo a Nanterre (Parigi) presso la polizia francese nell’ambito delle indagini sull’assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar, risalente al 2010, quando il dirigente transalpino era a capo del massimo organismo calcistico europeo.

Fu poi l’allora presidente della Fifa, Joseph Blatter, ad assegnare ufficialmente la rassegna iridata al Qatar, non senza, però, un corteo di denunce, inchieste ed arresti che culminarono con la sua radiazione e l’elezione di Gianni Infantino al vertice della Fifa. Anche Platini ne fu travolto al punto da da subire una squalifica di 8 anni, poi ridotti a 4.

Al centro delle indagini che hanno portato all ‘arresto di Platini ci sarebbe un pranzo tenutosi dieci giorni prima dell’assegnazione del torneo al Qatar presso l’Eliseo, tra l’allora Presidente Francese, Nicolas Sarkozy, Platini, lo sceicco del Qatar Tamin bin Hamad al -Tani e lo sceicco Hamad bin Jassem, quest ‘ ultimo all’epoca primo ministro e ministro degli esteri dell ‘Emirato.

LA REPLICA DELLA FIFA:

“Preoccupante”: così la Fifa ha commentato la notizia dell’arresto stamane di Michel Platini. “Siamo a conoscenza del fatto ma non conosciamo i dettagli dell’inchiesta francese -prosegue la Fifa. Ad ogni modo il massimo organismo calcistico mondiale si è detto pronto a cooperare con le autorità in ogni paese del mondo dove sono indagini in corso in relazione al calcio”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.