Mitchel Bakker saluta il PSG

Mitchel Bakker si aspettava di più indossando la maglia del PSG. Ma i risultati scarsi lo hanno convinto ad approdare al Bayer Leverkusen, club notoriamente in gamba nello sfruttare i giovani. Il 21enne olandese aveva già fatto capire di non essere soddisfatto dell’esperienza francese, nonostante le 40 presenze stagionali, e così ha comunciato alla società la sua volontà di partire. I problemi sono iniziati con l’arrivo di Mauricio Pochettino, che a differenza di Thomas Tuchel, lo ha schierato in pochissime occasioni. Da lì è scattata la molla che ha convinto Bakker a salutare Parigi.

Mitchel Bakker: chi è il neo-centrocampista del Leverkusen?

Mitchel Bakker è cresciuto a pane e calcio. Il padre Edwin Bakker ha giocato fino al 1990 con le maglia di Ajax, Groningen e Haarlem. Mitchel, come gran parte degli olandesi di Amsterdam, ha scelto l’Academy dello Jong Ajax per esplodere definitivamente. Tale crescita ha spinto il PSG ad accaparrarselo prima che l’Ajax facesse lo stesso. La mossa si è rilevata interssante perchè con Tuchel, dopo l’infortunio di Bernat, ha dimostrato di essere un vero titolare. Ma i problemi veri non si sono fatti attendere: l’arrivo di Pochettino dal Tottenham ha ristabilito le gerarchie e ha costretto Bakker a non presenziare in numerose occasioni. Probabilmente l’arrivo dell’argentino ha scombussolato non poco la fiducia di Mitchel Bakker che aveva nel PSG. Basta leggere le sue dichiarazioni una volta scelta l’occasione Leverkusen: “L’offerta del Leverkusen mi ha convinto. La direzione sportiva ha fatto molti sforzi per reclutarmi e le discussioni sono state molto produttive. Il club è ambizioso, e lo sono anch’io. Si adatta bene. Questo arrivo è un’opportunità per fare il prossimo passo nel mio sviluppo in un club attraente“.


Sergio Ramos Psg: il giocatore approda in Francia

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20