fbpx

MotoGP, GP Assen: Yamaha attacca la direzione gara

Date:

Cominciamo con i fatti: Fabio Quartararo dovrà scontare un Long Lap Penalty a Silverstone. Motivo? Il suo contatto con Aleix Espargaro al GP di Assen. La cosa non è andata giù al francese e neppure alla Yamaha, la quale ha attaccato la direzione gara con un comunicato stampa che potremmo definire al vetriolo. È l’ennesima polemica sullo steward panel diretto dall’ex campione del mondo Freddie Spencer.


GP Olanda MotoGP: Bagnaia domina Assen, Quartararo KO


Cosa dicono Yamaha e Quartararo sulla direzione gara?

Il primo a commentare la penalità è stato il diretto interessato. In una story su Instagram Quartararo ha parlato del long lap in maniera alquanto sarcastica: “Ora non puoi provare un sorpasso perché pensano che tu sia troppo ambizioso“, ha scritto un Quartararo con un…Diablo per capello. “Dall’inizio dell’anno alcuni piloti fanno ‘episodi di gara’ ma sembra che il mio fosse troppo pericoloso. Congratulazioni ai commissari per lo splendido lavoro che fanno (qui Fabio aggiunge un emoticon con la bocca cucita, ndr). La prossima volta non proverò alcun sorpasso pensando di non prendere penalità. Buone vacanze e ci vediamo a Silverstone“. Ma la reazione più dura è arrivata dalla Yamaha, la quale ha pubblicato un comunicato stampa formulando accuse precise. In primis, nella release Lin Jarvis ha sostenuto che l’episodio tra Quartararo ed Espargaro fosse un incidente di gara, sottolineando la correttezza del pilota e l’inconsistenza delle decisioni degli steward, in quanto episodi simili in passato sono stati lasciati correre. “Fabio Quartararo, Monster Yamaha Team e Yamaha hanno sempre sostenuto la correttezza e la sportività in MotoGP“, ha detto Jarvis all’inizio del comunicato. “Siamo delusi dell’iniquità con cui lo Steward Panel applica le penalità“.

Un boccone amaro da mandare giù

A questo punto, molti appassionati si domandano perché Yamaha non ha fatto reclamo contro questa decisione per loro folle. Il motivo lo spiega lo stesso Jarvis nel comunicato Yamaha: “Volevamo appellarci domenica ad Assen, ma per questo tipo di decisioni non sono previste discussioni o appelli. Allora volevamo sollevare la questione, per principio, di fronte al TAS, ma allo stesso modo tale provvedimento non è contestabile. Per queste ragioni le decisioni dovrebbero essere corrette, bilanciate e consistenti ed eseguite in tempi giusti e ragionevoli“. Meno male che ora si va in vacanza: quello che ci vuole per sbollire la rabbia di Assen.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
Riccardo Trullo
Aspirante giornalista sportivo e membro orgoglioso della famiglia Periodicodaily. La mia specialità è il motorsport, in particolare la MotoGP ed il panorama americano di NASCAR, IndyCar, IMSA. Non disdegno la F1, campionato che seguo da una vita. E già che ci sono, butto un occhio nel settore delle auto di serie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Verona vs Napoli 2-5: i partenopei dilagano al Bentegodi

Termina il match delle 18.30 al Bentegodi: Napoli vs...

Rangers vs PSV Eindhoven – pronostico e possibili formazioni

Un altro grande incontro europeo si svolgerà martedì 16...

Copenaghen vs Trabzonspor – pronostico e possibili formazioni

Il Copenaghen ospita il Trabzonspor negli ottavi di...

Bodo/Glimt vs Dinamo Zagabria – pronostico e possibili formazioni

Il Bodo/Glimt affronta la Dinamo Zagabria nel turno di...