È terminata dopo due anni l’avventura di Neil Lennon sulla panchina del Celtic Glasgow. Giunto nel 2019 per sostituire Brendan Rodgers, passato al Leicester City, lascia la squadra dopo aver conquistato due titoli nazionali, due Coppe di Scozia e una Coppa di Lega. Sarà il suo vice, John Kennedy, a traghettare la squadra fino al termine della stagione.

Perché Neil Lennon si è dimesso?

La delusione per la clamorosa sconfitta casalinga subita domenica contro il Ross County, ultimo in classifica, che ha portato la squadra a -18 punti dai cugini dei Rangers, primi in classifica, si è rivelata troppo forte e lo ha spinto a fare un passo indietro.

Il saluto di Neil Lennon

Queste le parole di commiato del tecnico scozzese: “Abbiamo vissuto una stagione difficile a causa di tanti fattori e, ovviamente, è molto deludente e frustrante non essere stati in grado di raggiungere le stesse vittorie degli anni scorsi. Ho lavorato sodo come sempre per cercare di cambiare le cose, ma sfortunatamente non siamo riusciti ad ottenere il cambio di rotta. Ho sempre dato il massimo per il club e sono stato orgoglioso di consegnare trofei ai tifosi del Celtic. Il Club sarà sempre parte di me. Sarò sempre un tifoso del Celtic e vorrò sempre il meglio per questa squadra”.

Il comunicato del Celtic

Questo il comunicato ufficiale del club:

Il Celtic Football Club ha annunciato oggi che Neil Lennon si è dimesso dalla sua posizione di allenatore della prima squadra con effetto immediato. Neil ha servito il club con distinzione sia come giocatore che come manager, ottenendo grandi successi. L’ attuale assistente, John Kennedy, assumerà la carica ad interim della squadra”.

Villas-Boas lascia il Marsiglia:”a giugno vado via”

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20