Al Mestalla il Valencia regala una bellissima vittoria al proprio pubblico e lascia sullo stomaco di Mourinho una paella che vale il primo posto.

Orgoglio e voglia di lasciare questa Champions con un segno ben definito per far capire a propri tifosi che loro hanno le carte in regola per lottare in Europa League. Questo è stato quello che abbiamo potuto vedere questa sera allo Stadio Mestalla di Valencia, con i padroni di casa rinvigoriti, quasi come se quella di oggi fosse una partita da dentro o fuori. Soler&Co hanno dato tutto e il Manchester ha sofferto in maniera disarmante riuscendo ad uscire solo nel secondo tempo. Mourinho questa volta non è riuscito ad avere la meglio e torna a Manchester con un secondo posto ed una paella da digerire il prima possibile.

Il Primo Tempo è stato completamente dominato dal Valencia sul piano delle occasioni da goal. Il Manchester ha cercato invece di giocare il più possibile palla a terra gestendo il pallino del gioco senza però essere decisivi. Al minuto 17′ infatti sull’evolversi di un’azione iniziata sulla destra da Piccini, Soler con un diagonale sul secondo palo buca Romero e porta avanti i suoi.

Dopo il goal di Soler il Valencia è andato in crescendo senza però trovare la via del secondo goal.

Secondo goal che arriva all’inizio della ripresa, precisamente al minuto 46′, grazie ad uno svarione di Jones che in spaccata, non si sa bene cosa volesse fare, inganna l’uscita di Romero e regala il 2a0 ai padroni di casa. Di li in poi la partita ha subito un leggero appiattimento con il Manchester che ha cercato, con una buona continuità, di uscire fuori dalla propria metà campo per trovare più volte lo specchio della porta avversario invertendo così, completamente, le statistiche del primo tempo.

Possiamo trovare un punto di svolta del match nel minuto 56′ quando fà il suo ingresso in campo Rashford e Mourinho ridisegna l’assetto tattico della squadra. Rashford è uno di quei giocatori che si arrende difficilmente e il suo apporto per i red devils è stato di vitale importanza. 

Al 68′ minuto Mourinho ha gettato nella mischia anche Lingard cambiando così di nuovo lo schema di gioco. Questa volta però le cose sembrano andare meglio e lo stesso Rashford al minuto 86′ su assisti di Young (entrato dopo l’intervallo) dalla sinistra ha trovato il goal che ha quanto meno salvato la faccia di un Manchester decisamente anonimo.

Valencia
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20