pre udinese-inter

Domani 23 Gennaio 2021 nello Stadio Dacia Arena alle ore 18:00 si disputerà la partita Udinese-Inter di Serie A. Nel Pre Udinese-Inter sono state le dichiarazioni degli allenatori. La squadra di casa ha bisogno di punti e deve provare a contrastare gli avversari che invece sono in ottima forma. La squadra nerazzurra sta viaggiando insieme al Milan capolista senza fermate per raggiungere quel traguardo chiamato scudetto.


Udinese-Inter: formazioni e dove vederla


Pre Udinese-Inter: che cosa ha detto Luca Gotti?

L’allenatore dell’Udinese Luca Gotti alla vigilia della gara contro i nerazzurri ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Udinese Tv. Gotti sul punto conquistato contro l’Atalanta ha detto: “È un punto ovviamente importante, a maggior ragione contro l’Atalanta. Una prestazione simile a quella contro il Napoli che dal mio punto di vista, era stata migliore in tutte e due le fasi ma il punto non era arrivato. Questo ci insegna che non c’è nulla di scontato in nessuna partita”. Sulla prestazione che si aspetta dalla sua squadra contro l’Inter ha detto: “Mi aspetto, ovviamente, lo stesso atteggiamento di mercoledì, con compattezza, unità e voglia di lavorare insieme. La partita è simile ma non uguale perché l’Inter è una squadra molto forte ma con caratteristiche diverse, concede e chiude delle situazioni diverse rispetto all’Atalanta quindi noi dobbiamo saper leggere in maniera diversa le condizioni specifiche che ci saranno in campo”.

Pre Udinese-Inter: Gotti: cosa ha detto sui cambi?

Sui cambi Gotti dice: “Abbiamo 24 ore ancora dall’inizio della partita di domani e mi prenderò tutto il tempo a disposizione per valutare il recupero di chi ha giocato più minuti o gli acciacchi e sulla base di questo deciderò con serenità”. Su Nuytinck Gotti ha detto: “Nuytinck è molto vicino al rientro in campo. Walace oggi non si è allenato ma per entrambi ci sarà un test domani mattina che mi darà qualche risposta”. Su quello che la sua squadra può migliorare Gotti dichiara: “Poteva di sicuro far meglio sotto il profilo dei punti per quanto fatto concretamente fatto vedere in campo con le prestazioni. Sul dovere, a parole, magari, è molto facile fare calcio, la realtà è fare i conti con le condizioni reali di salute e fisiche dei calciatori in relazione al tipo e a un numero incredibile di infortuni che ci è capitato in questi mesi”.

Gotti: che cosa ha detto sugli avversari?

Sugli avversari e su quello che dovrà fare la sua squadra Gotti conclude dicendo: “È inutile presentare l’Inter, tutti sanno che viene da una partita contro la Juve che può dare linfa ed energia. Anche l’Atalanta era venuta qui in ottimo stato di salute quindi non dobbiamo pensare a quello. Se vogliamo basarci su indicazioni concrete possiamo fare tesoro di quello che ci è capitato nell’ultima partita contro di loro lo scorso anno. Siamo stati bravi per 70 minuti poi, al primo episodio, l’Inter era andata avanti e ci siamo disuniti per poi spaventarci prendendo il secondo gol prima di ricominciare ad avere un ottimo atteggiamento ma, intanto, i buoi erano scappati. Allora la bravura e la crescita della mia squadra devono stare nel non accontentarsi delle buone prestazioni e del buon atteggiamento ma gestire meglio gli episodi perché è quello che ti fa fare bottino”.

Pre Udinese-Inter: che cosa ha detto Antonio Conte?

L’allenatore dell’Inter Antonio Conte ha rilasciato delle dichiarazioni alla vigilia della sfida contro l’Udinese. Conte su quello che si aspetta dalla sua squadra contro gli avversari ha detto: “Non bisogna mai affrontare le gare con superficialità in Italia, soprattutto contro squadre come l’Udinese, una squadra fisica, strutturata, con buoni giocatori di gamba e forti in ripartenza. Una gara da non sottovalutare e preparare al meglio”. Sulla partita vinta la Juventus Conte dice: “Quando batti squadre forti come la Juventus devi aver fatto per forza di cose un’ottima partita, sbagliando pochissimo. Siamo stati bravi a sfruttare i loro punti deboli, stando molto attenti e non commettendo errori. Una gara che ci ha dato tre punti e ci ha fatto capire che siamo sulla strada giusta, anche se sappiamo che c’è ancora tantissima strada da percorrere e dobbiamo lavorare ancora di più. Sono partite che devono darci ancora più entusiasmo per lavorare anche più duramente rispetto a prima”.

Conte: che cosa ha detto sul confermare la sua forza?

Sull’importanza di confermare le cose fatte bene fino ad ora Conte dichiara: “L’Inter, per storia e tradizione, deve cercare di ottenere il massimo in ogni partita. Domani si ricomincia, ci sono tre punti in palio contro un’ottima squadra. Dobbiamo giocare nella stessa maniera rispetto alla partita contro la Juventus. La vittoria contro i bianconeri ci ha dato non solo i tre punti ma ci ha fatto capire che siamo sulla strada giusta, anche se sappiamo che c’è ancora tantissima strada da percorrere e dobbiamo lavorare ancora di più. Sono partite che devono darci ancora più entusiasmo per lavorare anche più duramente rispetto a prima”.

Conte cosa ha detto sulla crescita delle milanesi?

Alla domanda se le due squadre milanesi abbiano raggiunto la Juventus Conte dichiara: “Io ho sempre detto che considero questo campionato estremamente combattuto, con sette squadre che possono giocare per un duplice obiettivo, scudetto e zona Champions. Il girone d’andata ha confermato questo, qualcuno ha viaggiato con passo più spedito e altre meno”. Sulla formazione Conte dice: “I ragionamenti vanno fatti esclusivamente sull’Udinese. Sappiamo l’importanza del campionato perché dà due possibilità tra scudetto e zona Champions. Per questo è prioritario su tutto. Domani affronteremo l’Udinese con la giusta concentrazione, il resto lo vedremo successivamente”.

Pre Udinese-Inter: Conte che cosa ha detto sugli attaccanti?

Sugli attaccanti della sua squadra Conte dice: “Penso che questa sia una situazione molto consolidata nelle mie squadre, dove non segnano solo gli attaccanti. Penso che anche l’anno scorso siamo stati una delle squadre che hanno portato più giocatori a fare gol. Attacchiamo anche con centrocampisti e difensori, anche se è inevitabile che gli attaccanti siano il terminale offensivo e per loro ci siano più occasioni. Ma tutti sono coinvolti, attaccando con tutti i reparti”.

Conte: che cosa ha detto sul cambio di mentalità?

Sul cambio della mentalità dei nerazzurri Conte dice: “Sicuramente abbiamo iniziato un percorso, questo l’ho sempre detto. Da un anno e mezzo si sono fatti miglioramenti sotto ogni punto di vista. Non solo sul campo ma anche nell’affrontare le partite nella giusta maniera. Abbiamo iniziato questo percorso che deve portare a una crescita di tutti i calciatori perché quando vuoi raggiungere obiettivi importanti questo passa attraverso la crescita di tutti a livello tecnico, tattico, di mentalità e concentrazione. I ragazzi sanno facendo degli step importanti, chi in maniera più rapida e chi più lenta, ma tutto passa dal migliorare singolarmente i calciatori. Se vogliamo stare in alto i margini di errore sono minimi e non bisogna accontentarsi del successo quotidiano, che è effimero. Dobbiamo pensare al successo duraturo e che possa portare a fine stagione a qualcosa di importante”.

Conte: che cosa ha detto sul percorso dei nerazzurri?

Alla domanda se il percorso dei nerazzurri ricordasse quello che l’allenatore ha tracciato con la Nazionale Italiana Conte risponde: “Non mi piace fare paragoni con quanto successo prima. Ogni situazione va affrontata nella giusta maniera e non puoi avere un cliché sempre uguale. E’ inevitabile che la crescita passa anche da una convinzione. Dal fatto di riuscire a convincere i calciatori e c’è solo un modo per farlo. Con il lavoro, che deve portare poi dei risultati, perché poi quando non arrivano viene messo in discussione. Sicuramente però c’è tutto nel lavoro di un tecnico, anche a livello di testa, ma i giocatori sanno benissimo che a loro non mentirò mai e a loro parlo col cuore in mano. Non vendo fumo, sanno cosa penso realmente”.

Pre Udinese-Inter: Conte che cosa ha detto sulla Juventus?

Sulla Juventus Conte conclude dicendo: “A noi deve interessare poco se vengono esaltati o meno i nostri meriti o i demeriti dell’avversario. Sappiamo che abbiamo giocato una partita importante sotto tanti punti di vista. La Juventus altre volte era in difficoltà di organico e ha dato risposte importanti. Senza una grande partita difficilmente avremmo vinto contro squadre abituate a questo tipo di partita, abituate a sentire il sangue negli scontri diretti. Ci va benissimo tutto, la valutazione da fare è quella nostra. Abbiamo vinto con merito, è giusto si facciano commenti e ognuno faccia la propria considerazione ma dobbiamo andare avanti col nostro pensiero”.

Pagina Twitter Udinese: https://twitter.com/Udinese_1896?ref_src=twsrc%5Egoogle%7Ctwcamp%5Eserp%7Ctwgr%5Eauthor

Pagina Twitter Inter: https://twitter.com/Inter

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20