fbpx
Settembre19 , 2021

Russell Williams: un pilota entusiasta della sua monoposto

Related

Sheffield United-Southampton: pronostico e possibili formazioni

Cercando di replicare in qualche modo la loro vittoria...

Italia top nello Skiroll Tanel

Italia top nello Skiroll Tanel in coppa Barp in...

Queens Park Rangers-Everton: pronostici, notizie sulla squadra, formazioni

Due squadre che cercano di riprendersi dalle deludenti sconfitte...

Preston North End-Cheltenham Town: pronostico e possibili formazioni

Il Cheltenham Town è impegnato per la prima volta...

Share

Il pilota della Williams George Russell ha chiarito che in questo inizio di stagione è contento della sua monoposto che sta rispondendo bene alle sollecitazioni della gara con efficienza e ottima velocità. La Williams sta crescendo di prestazioni e nel Gp di Spagna si sono visti buoni margini di recupero. Russell ci ha tenuto a chiarire che farà del suo meglio per migliorare sempre di più.


Red Bull: l’ala posteriore aumenta la velocità massima?


Russell Williams: un inizio faticoso?

La grande sensazione non si è ancora concretizzata: il pilota della Williams è arrivato 14 su 19 piloti nel Gran Premio di Spagna 2021 a Barcellona, dopo aver inizialmente cercato punti. Questa prospettiva è stata resa possibile da una coraggiosa strategia del suo team. Russell aveva già utilizzato la fase iniziale della safety car per un pit stop e al nono giro è passato da soft a medium. Al giro 28 prima della metà della gara ha inserito un altro set di Medium e Russell l’ha superato. Dal giro 52 al 54 Russell è arrivato decimo appena dietro Fernando Alonso e sembrava essere una sorpresa ma poi le gomme più fresche degli avversari si sono fatte sentire e Russell è scivolato clamorosamente indietro.

Russell: cosa ha detto il pilota?

Russell dichiara: “Perché considera ancora il risultato un successo? “Perché ci siamo trovati in quella posizione e ci abbiamo provato. Era stretto. Chissà cosa sarebbe successo se lo avessi superato (Alonso)? Tutto sommato, abbiamo fatto davvero un buon lavoro”. La Williams-Mercedes FW43B “si è sentita meglio che mai” ha detto Russell. Per quanto può ricordare, e sta guidando per la Williams al suo terzo anno la sua squadra non lo ha mai messo su una macchina così buona. “Questo rende la guida più divertente del solito” afferma Russell.

Tuttavia: “il tempo avrebbe potuto stravolgere le carte del tradizionale team di Formula 1”, sottolinea Russell. Nonostante tutta l’euforia Russel sa benissimo i limiti della monoposto: “Certo che conosciamo la nostra macchina, compresi i suoi punti di forza. E in gara il vento era inferiore ai dieci km/h, c’erano solo poche raffiche di vento. Ecco perché la nostra macchina è stata piacevole da guidare con costanza. Sono davvero felice per la prestazione della monoposto”.

Il clima può essere un avversario per le monoposto?

Più recentemente a Portimao e prima ancora a Sachir Russell e il suo compagno di squadra Nicholas Latifi hanno identificato il vento laterale relativamente forte come il più grande punto debole del loro pacchetto. “E se l’auto è incoerente, tu come pilota perdi tutta la fiducia. Questo ha un effetto negativo sulle gomme ti ritrovi in ​​una spirale discendente”, dice Russell. A Barcellona è stata colta un’opportunità ottimale. “Poi la macchina è bella e costante da guidare, come pilota puoi andare al limite, gestire la macchina e le gomme come preferisci e ottimizzare tutto”. “Non fraintendetemi: posso immaginare che molti (team) abbiano l’impressione che la loro macchina fosse molto migliore. Ma faremo un salto più grande se le condizioni saranno favorevoli”. E poi forse per la Williams sono possibili molti punti nel Campionato del Mondo di F1.

Pagina Twitter F1: https://twitter.com/f1

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20