Maurizio Sarri

Dopo aver vinto il nono scudetto consecutivo, la Juventus è pronta a rituffarsi in Champions League affrontanrando domani sera , a Torino, il Lione, che parte leggermente favorito in virtù del vantaggio di un goal acquisito all’andata. L’allenatore dei bianconeri che, Maurizio Sarri, sa bene che ci vorrà una grande partita per ribaltare il risultato: “Domani occorrerà giocare con lucidità, impossibile giocare con leggerezza. È qualcosa di diverso. Il Lione si è evoluto molto in stagione in solidità difensiva, hanno giocatori e tecnici veloci per le ripartenze. È una partita difficile”.

Juve-Lione, Garcia :”Bianconeri favoriti, ma non ci difenderemo”

Non si sa se potrà avere a disposizione Dybala: “Proveremo il recupero fino a domani mattina. In questo momento è nelle mani deo staff medico. Vedremo il livello di disponibilità, anche parlando con i medici. Cuadrado penso che domani partirà dall’imizio: vedremo se nella linea offensiva e difensiva. Ronaldo ha fatto un goal in allenamento di una bellezza assoluta. Mi sembra che mentalmente stia approcvuando nella maniera giusta. Ha fatto, giustamente, un paio di giorni di riposo”.

Sarri allontana che voci di una sua eventuale sostituzione: “Con questa domanda si dà del dilettanti ai nostri dirigenti. Penso di avere a che fare con dirigenti di alto livello. I nostri dirigenti avranno fatto le loro valutazioni. Se decideranno di cambiare avranno già deciso”.

L’ allenatore bianconero sottolinea il merito dei suoi giocatori per la conquista dello Scudetto: “Siamo felici di aver vinto, forse, il campionato più difficile della Serie A. Vincere è sempre un evento straordinario e non dovrebbe essere trattato come un evento ordinario. Pessimismo intorno a noi? Sono un agnostico, non so perché non leggo e guardo niente”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20