Le Rondinelle di Pep Clotet sbattono contro il muro della Reggiana. Dopo la scorpacciata di reti contro il Pordenone arriva un pareggio amarissimo, che potrebbe mettere i bastoni fra le ruote alla corsa ai playoff. Contro gli undici di Alvini non è stata una partita semplice: Ayè l’ha sbloccata con un goal dei suoi ma Zamparo l’ha ripresa poco dopo l’inizio del secondo tempo. Il Brescia nonostante la rete subita non molla e riacciuffa il vantaggio con Matějů. Tutto sembrava indirizzato ad una vittoria del Brescia ma la Reggiana, al 96′, riesce clamorosamente a segnare con Varone.

Come sono scese in campo le squadre?

Alvini sceglie un 4-3-2-1 con Venturi in porta, Ajeti e Rozzio in difesa con Libutti e Yao terzini. In avanti Zamparo e Kargbo con a centrocampo Del Pinto, Kirwan, Rossi e alla trequarti Radrezza.

Clotet risponde con gran parte degli undici che hanno battuto il Pordenone 4-1. Joronen tra i pali, Mateju, Cistana, Mangraviti e Martella in difesa. A centrocampo Spalek, Labojko e Bjarnason. Ndoj agirà tra trequartista con Ayè unica punta.

La partita

Il Brescia di Clotet perde all’ultimo respiro una grandissima occasione: rimanere in corsa per la zona playoff. Il Brescia ha iniziato con il giusto agonismo, occupando bene le posizioni del campo e schermando l’attacco della Reggiana formato da Zamparo e Kargbo. Gli ospiti vanno in vantaggio dopo trenta minuti con il solito Florian Ayè che con Pep Clotet è diventato uno dei migliori attaccanti di questa annata di Serie B. Il francese non ha cincischiato davanti a Venturi freddandolo con un potente destro. La Reggiana ha subito il colpo ma non ha mollato del tutto, riuscendo a mettere in apprensione la difesa bresciana. I risultati arrivano nella ripresa al 47′, quando Zamparo si ritrova a porta vuota dopo il colpo di testa del compagno Kargbo parato da Joronen. Ma il Brescia ha imparato con la gestione di Clotet che non bisogna mai disperarsi, ma occorre invece armarsi di nuovo per tornare avanti. E così è stato: al 79′, dopo aver subito una rete poi annullata di Mazzocchi, il Brescia torna in avanti con la rete di Matějů. Tutto sembrava portare ad una vittoria degli ospiti ma Varone, al 96′, ha battuto Joronen, scrivendo un finale semplicemente incredibile.

Tabellino Reggiana – Brescia

  • REGGIANA (3-4-1-2) Venturi; Ajeti (Ardemagni, 87′), Rozzio, Yao; Libutti, Del Pinto (Laribi, 80′), Rossi (Varone, 71′), Kirwan (Lunetta, 80′); Radrezza; Kargbo, Zamparo (Mazzocchi, 71′). All. Alvini
  • Brescia (4-3-2-1): Joronen; Mateju, Cistana (Papetti, 63′), Mangraviti, Martella; Labojko, Spalek (Jagiello, 46’st), Bjarnason (Van de Looi, 63′); Ndoj (Bisoli, 46′ st); Ragusa (Pajac, 70′), Ayé. All: Clotet
  • Reti: Ayè (30′), Zamparo (46’st) Mateju (79′), Varone (96′)
  • Ammoniti: Bjarnason, Mateju, Ajeti
  • Arbitro: Antonio Rapuano

Reggiana-Brescia: probabili formazioni e dove vederla

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20