È la 12a giornata di Serie B. Il Carpi, 18o in classifica, scende in campo contro il Benevento, 5o. I campani, che hanno ancora una partita da recuperare, sono reduci dal pesante KO casalingo contro l’Ascoli, oggi impegnato in casa contro il Padova, mentre il Carpi, nel turno precedente ha pareggiato col Crotone.

Gli ospiti iniziano il primo tempo all’attacco, a caccia dei 3 punti. Tra il 19′ e il 20′ Coda si rende pericoloso due volte, la prima volta manda il pallone di poco a lato, la seconda è bravo Colombi a mettere in corner. Al 30′ l’estremo difensori del Carpi è chiamato ancora in causa da Coda, questa volta da calcio di punizione. Al 40′ ci prova Asencio con un tiro di controbalzo che finisce di poco a lato. Al 41′ si affaccia il Carpi nell’area ospite con Arrighini, che calcia verso la porta col destro. Montipò respinge il pericolo. Il primo tempo si conclude sullo 0-0.

Passano pochi minuti del secondo tempo e gli ospiti si portano in vantaggio con Letizia, che si avventa sulla palla dopo che Colombi ha respinto il tiro di Coda. Il numero 9 ospite, dopo le tante occasioni respinte da Colombi, trova il goal al 70′ su calcio di rigore, portando il risultato sullo 0-2. All’85′, il Carpi sfrutta l’occasione e trova il goal che accorcia le distanze. Concas, di testa, si avventa sulla palla deviata da Billong e batte Montipò. Un goal che arriva quando il Benevento sembrava avere il controllo della partita e, al 93′, i padroni di casa trovano anche il goal del pareggio. A segnare è il subentrato Vano che, su assist di Arrighni, incrocia di destro e batte Montipò. Il Carpi trova così un incredibile pareggio all’ultimo respiro, mentre il Benevento si fa sfuggire ancora una volta i tre punti.

L’Ascoli non riesce a ripetere le vittorie delle ultime giornate e cade in casa, con uno spumeggiante 2-3, contro il Padova.

Padroni di casa in vantaggio, al 20′, con la rete di Ngombo che, solo in area di rigore, batte Perisan. Il Padova risponde subito al colpo, trovando il pareggio sei minuti dopo con Bonazzoli, che di testa batte Perucchini. 

Nel secondo tempo, si portano in avanti gli ospiti, al 60′, con Capello, che si lancia sul cross di Broh e mette la palla in rete. Al 79′ il Padova trova il tris. Sul cross del solito Broh si avventa, questa volta, Mazzocco. All’82’ accorcia l’Ascoli con Brosco, servito sulla linea di porta dalla deviazione aerea di Cavion. I padroni di casa assediano l’area del Padova, ma il pareggio non arriva. 

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.