La Superlega in due giorni è stata la migliore fiction del mondo pallonaro. Ma si trattava solo di una miniserie che non è piaciuta al pubblico ed è stata cancellata per essere riproposta in un secondo momento. l’Inter è la prima squadra Italiana che si è sganciata dal progetto, poi il Milan e si è capito che non c’era più un progetto ed è tutto finito. La Superlega a tinte horror a finito di esistere molto in anticipo rispetto alle previsioni.


Superlega Titanic: le 6 squadre inglesi sono tornate nell’ovile della Uefa


Superlega horror: che cosa è successo?

La prima squadra Italiana che ha detto basta è stata l’Inter che attraverso un comunicato ha detto all’Ansa: “Il progetto allo stato attuale non è più ritenuto d’interesse”. Poi è stata la volta del Milan e quindi le Spagnole insieme alla Juventus hanno deciso di sospendere la competizione più chiacchierata delle ultime 48 ore. Un vero terremoto che voleva scoperchiare il Calcio attuale ma che è finito ancora prima di cominciare. Troppe le pressione mediatiche e le proteste dei tifosi per girarsi dall’altra parte e far finta di niente. Palla al centro e nulla da fare per chi sognava già di assistere a questa competizione.

SuperLega: comunicato ufficiale

“L’European Super League è convinta che l’attuale status quo del calcio europeo necessita di un cambiamento. Proponiamo una nuova competizione europea perché il sistema esistente non funziona. L’obiettivo della nostra proposta è quello di permettere allo sport di evolvere e allo stesso tempo generare risorse e stabilità per l’intera piramide calcistica, compresi gli aiuti per superare le difficoltà finanziarie a cui è andata incontro l’intera comunità calcistica a causa della pandemia. Inoltre, la nostra proposta fornirebbe agli stakeholder del calcio contributi di solidarietà significativamente migliorati.

Nonostante l’annunciata uscita dei club inglesi, costretti a prendere tali decisioni a causa delle pressioni esercitate su di loro, siamo convinti che la nostra proposta sia pienamente conforme alle leggi e ai regolamenti europei, come è stato dimostrato oggi da una decisione del tribunale che tutela la Super League dalle azioni di terzi. Alla luce delle circostanze attuali, valuteremo i passi più opportuni per rimodellare il progetto, avendo sempre in mente i nostri obiettivi di offrire ai tifosi la migliore esperienza possibile, migliorando i contributi di solidarietà per l’intera comunità calcistica”.

Pagina Twitter The Super League: https://twitter.com/TSL_Italia

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20