L’Udinese sconfessa il “non c’è due senza tre” ed esce dal Friuli evitando il terzo pareggio consecutivo

Una buona prestazione nel turno casalingo al Friuli, rilancia la squadra bianconera che si porta a 3 punti dall’Empoli, quart’ultimo, e a due dallo stesso Cagliari ora tredicesimo.

La partita

Partita brillante con vivaci cambi di fronte, nei primi minuti sembra più aggressivo a centrocampo il Cagliari mentre l’Udinese subisce l’iniziativa. Dopo i primi 10′ inizia ad uscire l’Udinese che impegna Cragno due volte in due minuti. Deve intervenire a mani aperte su Larsen e Pussetto per difendere la sua porta. Di lì a poco ci prova anche Fofana che calcia alto sopra la traversa. Al 22′ punizione per i padroni di casa dalla trequarti. Palla che arriva a centro area dove ancora Fofana spara altissimo.Cresce l’Udinese e reclama al 24′ un rigore per atterramento di Fofana che l’arbitro non ritiene di sanzionare. Adesso in campo c’è solo l’Udinese. Al 25′ ammonizione per Nuytinck che trattiene ripetutamente l’avversario sulla fascia sinistra. Punizione per il Cagliari. Lancio in area per la testa di Cerri che incorna ma trova l’opposizione di Musso. Palla in angolo. Sugli sviluppi del corner riparte l’Udinese ma spreca una buona occasione. La squadra di Davide Nicola si distende bene in avanti ma non concretizza e la difesa dei sardi non sembra troppo in affanno. Al 38′ Larsen conquista palla e lancia per Pussetto che dal vertice sinistro dell’area stoppa di petto e lascia partire un diagonale su cui nulla può Cragno. Udinese in vantaggio. Non si ferma la squadra bianconera e prova a sferrare il colpo del KO. Al 40′ altra grande occasione che si perde sul fondo dopo aver lambito il palo. Rialza la testa il Cagliari negli ultimi 5 minuti ma l’Udinese protegge bene e sulle ripartenze continua a creare pensieri agli isolani.

Secondo tempo

Al rientro in campo, calcio d’inizio per il Cagliari che si spinge in avanti. Ma è ancora Pussetto a rendersi pericoloso e al 49′ è protagonista di un episodio contestato. Ceppitelli lo stende poco fuori il limite dell’area, la palla prosegue verso Lasagna che insacca. Rete annullata per gioco fermo, l’arbitro aveva fischiato prima che la palla entrasse in rete. Assegna quindi una punizione dal limite estraendo il cartellino rosso nei confronti di Ceppitelli per aver impedito una chiara azione da gol. Batte la punizione Larsen che la spara sulla barriera. Sfuma il raddoppio per i friulani, Cagliari in dieci. Al 55′ ancora una grande occasione con Opoku che mette fuori da due passi. Un minuto dopo arriva il meritato raddoppio. L’azione parte dalla sinistra con palla che arriva a Pussetto, appoggio a Behrami fuori area che lascia partire un destro bucando la porta difesa da Cragno. Nemmeno 2 minuti e arriva un rigore per il possibile 3-0: sul dischetto, schermaglia tra Lasagna e Musso che riesce a distrarre l’avversario, parare il tiro e tenere aperte le speranze della sua squadra. Prova il Cagliari in avanti ma l’Udinese alza le barriere. Al 77′ espulsione per Mandragora, si ristabilisce l’equilibrio numerico in campo. Ora grandi spazi per i contropiede dei padroni di casa che si rendono pericolosi fino all’ultimo minuto dei 5 di recupero concessi dall’arbitro con Fofana sul cui bolide Musso deve volare per evitare un passivo più pesante.

Tabellino

Udinese (3-5-2): Musso; Opoku, Troost-Ekong, Nuytinck; Larsen (45′ s.t. Pezzella), Fofana, Behrami, Mandragora, D’Alessandro; Pussetto (34′ s.t. Balic), Lasagna. All. Nicola

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna (31′ s.t. Faragò), Ceppitelli, Romagna, Pisacane; Ionita (17′ s.t. Pajac), Bradaric, Barella; Joao Pedro; Farias (20′ s.t. Sau), Cerri. All. Maran

Marcatori: 39′ p.t. Pussetto, 12′ s.t. Behrami

Ammoniti: 26′ p.t. Nuytinck, 45′ p.t. Farias (C), 45′ p.t. Larsen (U), 22′ s.t. Pussetto (U), 40′ s.t. Bradaric (C)

Espulsi: 6′ s.t. Ceppitelli (U), 33′ s.t. Mandragora (U)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20