Yuki Tsunoda e la F1 sono ormai una cosa sola. Il giovane pilota giapponese è la rivelazione di questa stagione di corse. Gareggia con la scuderia Alpha Tauri e il suo compagno di team è il francese Pierre Gasly. Yuki ha stupito tutti per la sua determinazione, il suo impegno e la sua dedizione, caratteristiche che sicuramente faranno di lui un grande campione.


GP di Imola è alle porte: parlano Gasly e Tsunoda


Yuki Tsunoda e F1: “Bahrain? Grande emozione”

Yuki Tsunoda ha debuttato in Formula Uno lo scorso 28 marzo, quando è sceso in pista nel circuito del Bahrain. Se tutti si aspettavano di vedere il ragazzino nuovo un po’ impaurito e impacciato, con Yuki si sono dovuti per forza ricredere. Il giovane pilota giapponese al suo primo Gran Premio, si è classificato tra i primi 10 e durante la gara ha dato prova di grande sicurezza. Prima di arrivare in F1, Tsunoda ha gareggiato in F4, F3 e F2, ottenendo sempre ottimi risultati. Ora il pilota è pronto ad affrontare il Gran Premio italiano che si correrà sul circuito di Imola. Tsunoda è molto fiducioso nei confronti della prossima gara in quanto in Bahrain ha avuto modo di imparare molto dagli altri professionisti e di conoscere meglio la sua monoposto.

Nel circuito di Sakhir è capitato un episodio che ha emozionato il pilota: superare uno dei suoi idoli, Fernando Alonso. Yuki in proposito ha detto: “Mi sono emozionato un po ‘quando ho superato Fernando. L’ultima volta che l’ho visto penso sia stato 12 anni fa, quando avevo sette o otto anni. Mio padre è un fan di Fernando, soprattutto del suo stile di guida. Gli piace come guida e penso che la prima volta che mio padre ha visto Fernando era a Suzuka e all’ultima curva in fase di accelerazione, ha detto ‘È il miglior pilota del griglia’”. Tsunoda ha imparato molto da Alonso e ha cercato di “rubare” più spunti possibili dalle sue prestazioni in pista. Vedremo se “l’allievo” riuscirà a superare il “maestro”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20