Nata a Onesti, Romania, il 12 novembre 1961, Nadia Comaneci lega il suo nome alle Olimpiadi di Montreal del 1976.

Già all’età di 3 anni inizia a praticare attività sportiva e nel 1967 entra a far parte della neonata società sportiva “The Flame”.

Nel 1970 partecipa alla sua prima competizione nazionale nella quale, pur cadendo per ben tre volte, sarà la sua squadra a trionfare.

Nei due anni successivi Nadia Comaneci si aggiudica due campionati juniores, oltre alla prima gara internazionale a Ljubianka, in Jugoslavia.

Nel 1975, in occasione dei Campionati Europei di Skien (Norvegia), ha la meglio sulla favorita Ludmilla Tousheva e la stella sovietica Nelli Kim. A seguito di ciò, la “Associated Press” la elegge Atleta dell’anno.

Ed è cosi che si presenta ai Giochi Olimpici di Montreal del 1976, dove incanta le giurie conquistando tre medaglie d’oro nella ginnastica artistica.

Quindi si ripeta quattro anni dopo alle Olimpiadi di Mosca conquistando altri due ori.

A causa del suo successo, però, entra nelle mire del regime di Ceausescu che sfrutta la sua immagine per propagandare la dittatura rumena. Diventa anche l’amante del figlio del dittatore, e subisce atrocità che non avrà mai il coraggio di confessare.

Un mese dopo la caduta del regime di Ceausescu, Nadia Comaneci fugge negli Stati Uniti. Oggi vive a Montreal dove dirige una scuola di ginnastica artistica.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.