Nel giorno della Befana le “Streghe” fanno venire gli incubi ai sardi. Joao Pedro sblocca Cagliari-Benevento dopo venti minuti di gioco, ma nel finale di primo tempo Sau e Tuia ribaltano il risultato. Nel secondo tempo il Benevento difende con ordine e porta a casa tre punti fondamentali per la corsa salvezza. Il Cagliari perde ancora e il risultato certifica la crisi della squadra sarda.

Quali sono le formazioni?

Solito 4-2-3-1 per Di Francesco. Il tecnico ha scelto Cragno per la porta e in difesa Zappa, Walukiewicz, Ceppitelli e Tripardelli. In mediana Marin e a sorpresa Caligara. Nainggolan sulla trequarti dal primo minuto, affiancato da Nandez e Joao Pedro. In avanti c’è Pavoletti.
Tradizionale 4-3-2-1 per Filippo Inzaghi. Montipo tra i pali, in difesa Barba, Glik, Tuia e Improta, adattato a terzino. Sulla mediana Schiattarella, Hetemaj e Ionita. Sau e Insigne appoggiano infine Lapadula, unico faro offensivo.
A dirigere la sfida c’è il direttore di gara Eugenio Abbattista.

Cagliari-Benevento: primo tempo

Joao Pedro porta in avanti il Cagliari

Ritmi discretamente alti, il Cagliari sembra trovare il gol del vantaggio al 4′ grazie a Pavoletti. La rete tuttavia viene annullata per una carica su Montipò in occasione della rete. L’episodio crea il malcontento sulla panchina dei sardi, l’arbitro espelle il il team manager del Cagliari per le proteste eccessive. Anche il Benevento si trova a recriminare per un rigore inizialmente assegnato e poi revocato al 14′. Un minuto dopo Sau spreca una buona chance per far male alla sua ex squadra. Sardi in difficoltà in questo momento, ci pensa Nainggolan però a suonare la carica con un tiro da centrocampo che costringe Montipò alla grande devizione in angolo. Sugli sviluppi del corner Pavoletti fa la torre e Joao Pedro tocca quanto basta per siglare il vantaggio sardo al 20′. Decima rete in campionato per il trequartista brasiliano.

Uno-due micidiale del Benevento

Il Cagliari prova ad addormentare la partita dopo aver trovato la rete del vantaggio nel suo momento più difficile. I sardi si affidano soprattutto a Nainggolan, molto mobile su tutto il fronte alle spalle di Pavoletti. Ma il Benevento si riaffaccia in avanti con rabbia e al 38′ sciupa una buona chance con Insigne, che non inquadra la porta da buona posizione. Il gol del pareggio è nell’aria e arriva puntuale al 42′. Lancio millimetrico di Schiattarella, Sau elude Walukiewicz e davanti a Cragno non sbaglia. Classico gol dell’ex per il “cuore ingrato” Sau, alla seconda marcatura in campionato. Il Cagliari sbanda e il Benevento ringrazia: due minuti dopo Sau scodella in mezzo e Tuia svetta più in alto di tutti per il sorpasso campano. Altro errore da matita rossa per Walukiewicz e primo gol per il difensore. Dopo tre minuti si chiude la prima frazione.

Cagliari-Benevento: secondo tempo

Subito un cambio nelle fila del Cagliari. Caligara lascia spazio alla freschezza di Sottil. Ma è il Benevento a rendersi pericoloso con il colpo di testa dopo tre minuti di Glik, controllato agevolmente da un attento Cragno. Nei sardi c’è un po’ di confusione, dovuta soprattutto all’uno-due sul finire di primo tempo. Suona la carica Sottil all’ora di gioco con un buon tiro deviato in angolo da un attento Montipò. Buon impatto del numero 33 sulla gara, col suo ingresso il Cagliari è molto più propositivo. Il Benevento comunque si difende con ordine, rischiando poco le folate furiose dei sardi. Di Francesco prova ad alzare la squadra con l’ingresso di Simeone al posto di Tripardelli al 67′. Cambia modulo dunque il tecnico, che passa al 4-2-4.

Ultimi venti minuti di Cagliari-Benevento

Inzaghi al 72′ decide di coprirsi ed inserisce Foulon per Insigne. Fa fatica il Cagliari nel provare a ribaltare il risultato, la difesa del Benevento concede poco. Al 76′ è tempo di alcuni cambi da ambo le parti. Sau e Lapadula lasciano spazio a Caprari e a De Serio, nel Cagliari fuori Ceppitelli per Pisacane. Gli ospiti sciupano una ghiotta occasione al 79′ con Di Serio, che non riesce a ribadire in porta il bel passaggio di Caprari. Pochi minuti dopo altro cambio per il Cagliari, Pereiro al posto di Nainggolan. All’85’ Nandez protesta dopo un battibecco con Caprari e arriva il rosso. La gara si incattivisce e i colpi proibiti sono diversi. Inzaghi inserisce ancora Dabo e Maggio. Nei cinque minuti di recupero il Benevento regge e porta a casa tre punti fondamentali. I campani sono ad un solo punto dalla Lazio. Continua il periodo no per il Cagliari.

Tabellino Cagliari-Benevento

CAGLIARI (4-3-2-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Ceppitelli (76′ Pisacane), Tripaldelli (67′ Simeone); Nandez, Marin, Caligara (46′ Sottil); Joao Pedro, Nainggolan (81′ Pereiro); Pavoletti.
A disposizione: Aresti, Vicario, Boccia, Pajac, Pinna, Oliva, Cerri, Tramoni.
Allenatore: Di Francesco.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Improta, Glik, Tuia (89′ Maggio), Barba; Ionita, Schiattarella, Hetemaj (89′ Dabo); Insigne (72′ Foulon), Sau (75′ Caprari); Lapadula (75′ Di Serio).
A disposizione: Manfredini, Lucatelli, Pastina, Del Pinto, Basit, Masella.
Allenatore: Inzaghi.

MARCATORI: 24′ Joao Pedro (C), 41′ Sau (B), 44′ Tuia (B).

AMMONITI: 4′ Caligara (C), Schiattarella (B), 84′ Caprari (B), 87′ Improta (B), 88′ Sottil (C), 94′ Pisacane (C). ESPULSI: 84′ Nandez (C).

ARBITRO: Eugenio Abbattista di Molfetta.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20