corvette racing spa portimao imsa wec

Dopo la falsa partenza di Portimao, Corvette Racing cambia i suoi piani europei e s’iscrive a Spa. La 6 ore del Belgio, che adesso darà il via alla nona stagione del FIA WEC, vedrà la scuderia ufficiale di General Motors schierare una sola C8R nella classe GTE-Pro. Antonio Garcia e Oliver Gavin saranno i piloti che guideranno la vettura che sta dominando la serie IMSA, nell’omonima GTLM. L’annuncio del team però parla anche di qualcos’altro, che riguarda soprattutto il futuro. Lo scopriremo tra un attimo. Intanto, diamo il bentornato alla scuderia americana, che quest’anno tornerà anche alla 24 ore di Le Mans dopo un anno di assenza.


Le Mans 2021: uno sguardo ai magnifici 62


Perché Corvette Racing correrà a Spa?

Il team ha deciso di affrontare la trasferta extra USA approfittando dei buchi del calendario IMSA, modificato di recente causa slittamento della 24 ore di Le Mans da giugno ad agosto. La motivazione di questa decisione è tecnica. Il ritorno alla Sarthe richiede una preparazione specifica, e le gare del WEC, che hanno lo stesso regolamento soprattutto sportivo, sono una buona occasione per allenarsi. “Correre a Spa fornirà al team Corvette una sorta di ripasso delle norme specifiche e dei metodi di strategia che sono unici nelle gare WEC“, ha spiegato la squadra nella nota ufficiale. “Le operazioni al pit stop e le procedure della Safety Car sono le differenze maggiori tra WEC e IMSA“.

Insomma, prima di affrontare la grande sfida di Le Mans, bisogna fare pratica. Ma nel comunicato stampa Corvette ha detto di più, lasciando intendere ad un impegno che potrebbe andare oltre la stagione che ancora deve iniziare. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Un impegno a lungo termine?

Nella nota girata alla stampa, infatti, Corvette Racing ha annunciato che il suo impegno nel mondiale Endurance FIA proseguirà in maniera più decisa. “Gli attuali regolamenti GTE permettono alla Corvette C8R di competere contro altri costruttori nel WEC“, hanno detto, “Oltre alle gare europee nel 2021, Chevrolet e Corvette Racing guardano avanti agli anni futuri a Le Mans ed a selezionate gare europee“. Insomma, aumenterà il coinvolgimento della casa americana nella serie mondiale, nella classe dove sfiderà direttamente Porsche e Ferrari.

E’ una scelta che viene da lontano. Nel 2022 la serie IMSA abolirà la classe GTLM per sostituirla con la versione Pro dell’attuale GTD, la classe riservata alle GT3 FIA. Corvette, attraverso il suo partner tecnico Pratt&Miller, starebbe valutando di realizzare una versione GT3 della Corvette C8, anche in ottica di vendere qualche vettura ai clienti. Ma allo stesso tempo non vuole abbandonare lo sviluppo del progetto GTE, che ha solo un anno e mezzo di vita e sta regalando molte soddisfazioni. Di qui la decisione di essere più coinvolta in Europa. Il WEC ha confermato la categoria GT Endurance fino a tutto il 2022, a dispetto del ritiro recente dell’Aston Martin. Poi si vedrà. Nel frattempo, benvenuta alla Corvette.


Aston Martin chiude il programma ufficiale GTE Pro


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20