Tra Crotone e Lecce a vincere è lo spettacolo, ma nessuna delle due riesce a portare a casa la missione tre punti. Il Lecce comunque resta ampiamente in zona playoff e può ancora lottare per la promozione diretta, il Crotone tiene vive le speranze di salvezza.

La partita

Primo tempo

Il Lecce parte forte, giocando molto sulle fasce, ma è il Crotone a trovare il gol del vantaggio al 5′, cross preciso di Firenze e stacco imperioso di Simy, che batte Vigorito; per il nigeriano è il nono gol in campionato. Il Lecce però non accusa il colpo e continua a produrre gioco. La perseveranza dei salentini viene premiata al 9′ con la rete di testa di Tabanelli, servito perfettamente da un cross di Tachtsidis. Botta e riposta continui tra le due squadre, i ritmi sono alti e la partita è godibile. Al 16′ Falco, molto attivo sulla trequarti, libera il sinistro che termina alto di poco. Tre minuti dopo Machach ci prova per due volte e in entrambe le occasioni trova la riposta di un attento Vigorito. Al 22′ Rodhen è costretto a fermare con una trattenuta un imprendibile Falco e viene ammonito, la stessa sorte tocca due minuti dopo a Tachtsidis per un fallo su Tripaldelli. Al 25′ bell’azione del Lecce che porta Falco al tiro, Cordaz è costretto agli straordinari e sventa brillantemente la conclusione del trequartista ospite. Sul successivo calcio d’angolo Petriccione pesca Mancosu, che di testa sigla il gol del sorpasso. Rimonta completata per i salentini, che hanno reagito in maniera superba allo svantaggio iniziale. Il risultato potrebbe farsi ancora più rotondo per il Lecce, al 33′ Meccariello ribadisce in porta un pallone scodellato in mezzo, ma la rete viene annullata per una posizione irregolare dello stesso giocatore. Nel finale di primo tempo entrambe le squadre abbassano i ritmi e sono tanti i fischi del direttore di gara, Lucioni al 38′ viene ammonito per un intervento in netto ritardo su Tripaldelli. Il primo tempo scivola così verso la conclusione, terminata dopo un minuto di recupero.

Secondo tempo

Si riparte con gli stessi 22 uomini che avevamo terminato il primo tempo. Si fa male Machach dopo uno scontro con l’arbitro. Il francese ex Napoli prova a rientrare in campo, ma l’infortunio non gli permette di continuare la gara e viene sostituito da Kargbo al 51′. Il Lecce si riaffaccia in avanti al 52′ con LaMantia, che impegna ancora una volta Cordaz. Al 55′ Tripaldelli lascia il campo per Sampirisi, due minuti dopo il Lecce prova a colpire in contropiede con Falco, la palla termina fuori di poco. Il Crotone è in netta difficoltà, non riesce ad uscire dalla propria metà campo nonostante il possesso palla. Al 67′ Liverani sceglie di rimpolpare la fase difensiva inserendo Marino per Petriccione; con questo cambio il Lecce passa a cinque in difesa, con Mancosu che si abbassa sulla linea dei centrocampisti. Al 73′ Stroppa si gioca la carta Zanellato, che entra al posto di Rohden. Il fortino eretto dal Lecce crolla al 78′, Firenze sforna un altro cross sul secondo palo, si avventa come un falco Benali che devia in porta in scivolata il gol del 2-2. Nell’occasione si fa male Vigorito, che si scontra con il costato e con il ginocchio sul palo. I cambi di Stroppa hanno influito sul pareggio dei padroni di casa, soprattutto quello di Zanellato, che ha portato fisicità nella zona centrale del campo. Il Crotone alza il baricentro e all’85’ sfiora il gol del vantaggio, il Lecce si salva grazie all’intervento meraviglioso di Marino, che di fatto toglie il tap-in facile di Kargbo. Il portiere del Lecce tuttavia alza la bandiera bianca e al suo posto entra Bleve. Il Lecce non riesce più ad uscire, schiacciato dalla reazione rabbiosa dei padroni di casa alla ricerca di punti salvezza. I sei minuti di recupero vedono infatti un Crotone all’arrembaggio, ma il Lecce comunque si chiude bene e non rischia nulla. Si conclude così una partita piacevole, giocata su buoni ritmi da entrambe le squadre, il pareggio di fatto è il risultato più giusto per quanto visto in campo.

Tabellino

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Curado, Spolli, Golemic; Firenze, Rohden (72′ Zanellato), Barberis, Benali, Tripaldelli (55′ Sampirisi); Machach (51′ Kargbo), Simy. All. Stroppa

LECCE (4-4-2): Vigorito (87′ Bleve); Calderoni, Meccariello, Venuti, Lucioni; Tachtsidis, Tabanelli, Mancosu, Petriccione (67′ Marino); Falco, La Mantia. All. Liverani

Reti: 5′ Simy (C), 9′ Tabanelli (L), 25′ Mancosu (L), 79′ Benali (C)

AmmonitiTachtsidis (L), Rohden (C), Lucioni (L)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20