Dzeko torna al gol e la Roma va: battuta l’Udinese

L’anticipo della 32^ giornata di serie A tra Roma e Udinese si conclude 1-0 per i giallo-rossi, con il ritorno al gol all’Olimpico di Edin Dzeko.

Successo fondamentale in chiave Champions per la squadra di Claudio Ranieri, che si issa momentaneamente al quarto posto.

Battuta d’arresto per l’Udinese, che subisce la prima sconfitta della gestione Tudor, rimanendo con quattro lunghezze di vantaggio su l’Empoli terzultimo.

La partita:

Roma costretta a rinunciare nel suo undici iniziale a gran parte dei suoi terzini. Infatti sono out Kolarov, Santon e Karsdorp, con Florenzi a mezzo servizio inizialmente in panchina.

Adattati quindi Marcano e Juan Jesus come terzini, nell’iniziale 4-4-2 proposto da Ranieri.

Problemi in difesa anche per Tudor, che non riesce a recuperare il suo baluardo difensivo Nuytinck.

Sotto una fitta pioggia, avvio sprint degli ospiti, con Lasagna e Mandragora che impegnano la porta di Mirante, preferito anche oggi a Olsen. Inizialmente la Roma soffre le improvvise verticalizzazioni dell’Udinese, con l’asse De Paul-Lasagna che manda in tilt la difesa giallo-rossa.

La Roma fa fatica ad imporre il proprio gioco non riuscendo a trovare pertugi nell’attenta difesa friulana.

L’unica occasione degna di nota per i capitolini, nella prima frazione, capita sul mancino di Ivan Marcano, che viene ottimamente murato da Musso.

Una prima frazione a tratti soporifera, si conclude con il duplice fischio dell’arbitro Marco Di Bello della sezione di Brindisi. Impalpabile nel primo tempo il tandem d’attacco Dzeko-Schick.

Proprio il centravanti ceco, nell’intervallo resta negli spogliatoi per lasciar posto a Lorenzo Pellegrini. Nell’economia del match risulterà anche decisivo l’ingresso di un acciaccato Florenzi.

Nonostante i due cambi effettuati, anche l’inizio ripresa è tutto di marca bianco-nera. Mirante neutralizza due tentativi di D’Alessandro e di Okaka, i due ex di giornata. Invece è fortunata la Roma sul colpo di testa di De Maio: il centrale francese stacca più in alto di tutti, e con un preciso colpo di testa lambisce il palo alla sinistra di Mirante.

Il pericolo corso suona da sveglia per la squadra di Claudio Ranieri. La Roma inizia ad alzare i ritmi di gioco, risultando pericolosa soprattutto sulla corsia di destra. Infatti Florenzi e un rigenerato Zaniolo mettono in difficoltà la difesa friulana.

Tuttavia le grosse occasioni da rete latitano, ma alla prima opportunità nitida la Roma passa: geniale esterno di El Shaarawy a liberare Dzeko, il bosniaco è glaciale e con il destro batte Musso.

Edin Dzeko (in foto sulla sinistra),33 anni, realizza il gol che decide l’incontro

Gol fondamentale per il numero 9, che trova l’ottavo centro in campionato. L’ex City rompe anche il suo digiuno personale tra le mura amiche: infatti non segnava all’Olimpico da quasi un anno.

Tudor inserisce tutti i suoi elementi offensivi, tra cui Pussetto, senza tuttavia grossi risultati. La Roma si difende con ordine, e senza ulteriori sussulti raggiunge la seconda vittoria consecutiva.

Il triplice fischio del signor Di Bello sancisce il risultato finale di 1-0.

Successo che dà morale alla Roma in vista dello scontro diretto, con vista Champions, di sabato contro l’Inter.

Ranieri può sorridere anche per quanto riguarda la fase difensiva: secondo clean sheet consecutivo per la prima volta in questa stagione.

L’Udinese potrà riscattarsi già mercoledì, sempre all’Olimpico, nel recupero contro la Lazio.

Tabellino:

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Juan Jesus (1’st Florenzi), Manolas, Fazio, Marcano; Cristante, De Rossi (23’st Under); Zaniolo, Schick (1’st Pellegrini), El Shaarawy; Dzeko. Allenatore: Ranieri.

UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio (38’st Teodorczyk), Ekong, Samir; Larsen, Fofana, Mandragora (23’st Sandro), De Paul, D’Alessandro (26’st Pussetto); Okaka, Lasagna. Allenatore: Tudor.

ARBITRO: Di Bello di Brindisi.

MARCATORI: 22’st Dzeko (R)

NOTE: Ammoniti Jesus, Dzeko (R); D’Alessandro, Musso, Ekong (U). Recupero: 1’pt-3’st.

Please follow and like us:

Michele di Vincenzo

Nato a Canosa di Puglia il 14 febbraio 1996. Aspirante giornalista e radiocronista sportivo. Lavoro per testate giornalistiche online e faccio lo speaker in una web radio. Su PeriodicoDaily mi occupo essenzialmente di sport - calcio e tennis in primis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.