fbpx
Settembre19 , 2021

George-Russell social: un posto dove si deve fare attenzione

Related

Supercoppa Basket 2021: Venezia-Virtus e Brindisi-Milano le semifinali

Saranno Venezia-Milano e Brindisi-Virtus Bologna le semifinali della Supercoppa...

Il primo Campionato Italiano di Pump Track ha i suoi vincitori

Il primo Campionato Italiano di Pump Track ha i...

Raiola avvisa la Juve: “De Light può andare via”

Parla poco, ma quando lo fa non è mai...

Roma partenza da grande ma occhio all’Hellas

Una Roma compatta che concede poco, verso la trasferta...

Share

Il giovane pilota della Williams George-Russell è molto seguito sui vari social network come Facebook, Twitter, Instagram. Ma Russell usa i suoi canali in modo particolarmente intenso, ma ha sempre detto che deve essere usato ma non abusato. Non ha mai nascosto che siano delle piattaforme che non gli piacciono per come sono gestite e per come sono considerate da chi le utilizza, come una sorta di diario della propria vita.


Verstappen: “Il 2022 sarà impegnativo”


George-Russell social: che cosa ha detto il pilota?

“Tutto quello che do fuori è autentico” assicura il pilota della Williams in un’intervista a RaceFans. Più recentemente ha pubblicato le sue scuse su tutte e tre le piattaforme dopo l’incidente con Valtteri Bottas alla gara di Imola. Ma non si preoccupa solo dei suoi conti. “Ovviamente ho qualcuno che mi aiuta in questo” spiega Russell. Ma nulla viene pubblicato senza il suo consenso. “Tutte le notizie, tutte le foto sono approvate. O scritte da me o approvate”. La gamma di immagini va ben oltre il fine settimana di gara. Le foto delle vacanze o le foto della vita quotidiana ne fanno parte tanto quanto le foto dell’allenamento fitness, a volte con la parte superiore del corpo nuda.

Tuttavia, i social media hanno anche i loro svantaggi a causa dei suoi effetti collaterali. “Sto cercando di evitarlo” dice Russell spiegando cosa cercare. “I social media sono scivolosi e pericolosi per tutti noi, perché ognuno si presenta solo nella migliore luce possibile” ha detto il 23enne. Russell spiega: “Può essere molto demoralizzante per alcune persone quando vedono che queste persone sembrano condurre vite incredibili, che sono in forma o hanno un aspetto incredibilmente tonico e che sembrano avere tutto”.

Russel: i social sono uno specchio falso della vita vera?

Russel continua: “Ma questa non è la realtà ed è ben consapevole della sua responsabilità per questo sviluppo. Vedi solo il cinque percento migliore. E in parte sono anche colpevole. Se qualcuno mi fa 100 foto, scelgo le migliori, non le peggiori”. Di conseguenza non viene trasmesso un quadro completo. Russell è preoccupato per le generazioni a venire che cresceranno sui social media a questo proposito. “Fortunatamente non sono entrato in contatto con i social media fino a quando non avevo 14 o 15 anni. Ma per questa generazione successiva che sta crescendo con lei fin dall’inizio questo è un problema”.

Pagina Twitter F1: https://twitter.com/f1

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20