Ieri pomeriggio, poco prima del via del Gp d’Austria di F1, 14 piloti si erano inginocchiati sul traguardo in segno di risposta contro il razzismo. Fra questi, però, Charles Leclerc e Max Verstappen sono rimasti in piedi. Secondo alcuni, sarebbero stati in disaccordo con Lewis Hamilton, portavoce della protesta a sostegno del movimento Black lives matter.

https://sport.periodicodaily.com/gran-premio-daustria-14-piloti-si-mettono-in-ginocchio-prima-della-gara/

Immediata la replica del sei volte campione del mondo: “Non ho mai chiesto o preteso che qualcuno si inginocchiasse. Non ne ho mai nemmeno parlato. Sono stati la F1 e Gran Prix Drivers’ Association a farlo”.

Ha poi aggiunto: “Io ho solo descritto uno scenario in base al quale il silenzio equivale ad essere complici”, rispondendo anche all’ articolo del tabloid inglese Daily Mirror nel quale si legge che “privatamente, un certo numero di piloti sono stati infastiditi dall’insistenza di Hamilton nel farli inginocchiare“, durante una riunione della GPDA svoltasi venerdì sera.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20