GP Mugello Q2 – Pole Marquez, disastro Rossi

GP Mugello – Marc Marquez conquista, con qualche polemica la pole position nel GP del Mugello. Lo Spagnolo ha beffato sul finale Quartararo sfruttando la scia della Ducati di Dovizioso, dopo aver infastidito per tutta la sessione i due piloti Ducati costretti a rallentare e fare melina, senza riuscire a fare un giro pulito. Il campione del mondo ha fermato il cronometro in 1’45.519.

Seconda posizione per Fabio Quartararo sulla Yamaha Petronas in 1’47.733 che si è visto soffiare la seconda pole della stagione proprio negli ultimi secondi.

In terza posizione troviamo la prima Ducati con Danilo Petrucci che mantiene in alto l’onore degli Italiani, seppur in ritardo di 3 decimi da Marquez.

Ad aprire la quarta fila troviamo l’altro Italiano Franco Morbidelli sull’altra Yamaha Petronas. La seconda fila viene completata dalla Ducati Pramac di Miller e dalla Honda clienti di Crutchlow.

La prima Yamaha ufficiale è quella di Vinales a 662 millesimi da Marquez. In ottava posizione troviamo Pecco Bagnaia, che precede Andrea Dovizioso attardato di circa sette decimi. Il pilota di Forlì ha pagato il nervosismo causato dalla condotta di Marc Marquez, non riuscendo a fare mai un giro veramente pulito.

Chiude la top ten Nakagami sulla Honda clienti.

Fuori dalla Q2 Jorge Lorenzo in 17° posizione e soprattutto Valentino Rossi che ha chiuso 18esimo.

In moto2 pole di Schrotter, seconda posizione per Luthi a 40 millesimi. Terzo posto per Marquez a 217 millesimi. Ottimo Bulega al quarto posto a 272 millesimi. Segue Marini in sesta posizione. In ritardo gli altri Italiani con Enea Bastianini in 11°posizione e Di Giannantonio 14esimo.

In moto3 straordinaria pole di Tony Arbolino. Seconda posizione per Rodrigo, terza per Dalla Porta. Gli altri Italiani sono subito a ridosso: Migno conquista la quarta piazza, Antonelli la sesta e Fenati la settima. Più staccati Foggia e Vietti.

Please follow and like us:

Vincenzo Luongo

Appassionato di Calcio, F1 e MotoGP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.