MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjær (72′ Duarte), Gabbia, Hernández; Kessie (77′ Tonali), Bennacer (86′ Krunic); Castillejo (46′ Saelemaekers), Çalhanoğlu (71′ Brahim Diaz), Rebić; Ibrahimović. A disposizione: Tătărușanu, A. Donnarumma; Duarte, Kalulu, Laxalt; Díaz, Krunić, Paquetá, Saelemaekers, Tonali; Colombo, Maldini. Allenatore: Pioli

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Dijks; Schouten, Domínguez (57′ Sansone); Orsolini (56′ Skov Olsen), Soriano (80′ Svanberg), Barrow (83′ Vignato); Palacio (80′ Santander). A disposizione: Da Costa; Bani, Denswil, Mbaye; Baldursson, Poli, Svanberg; Juwara, Sansone, Santander, Skov Olsen, Vignato. Allenatore: Mihajlović

RETI: 35′ Ibrahimovic (M), 51′ Rig. Ibrahimovic (M)

AMMONIZIONI: Dominguez, Djiks, Tomiyasu, Sansone (B), Castillejo, Krunic, Gabbia (M)83

ESPULSIONI: Dijks (B)

RECUPERO: 1′ nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo

STADIO: San Siro

Le parole di Pioli allenatore del Milan

Si aspettava Ibrahimovic già così pronto?
“Sì, perchè al di là di qualche piccolo contrattempo si è sempre allenato bene. Non solo Zlatan, ma tutta la squadra sta bene. Dobbiamo crescere, siamo solamente all’inizio, però la condizione è già buona”.

Le è piaciuta la sua squadra?
“Abbiamo un’identità di gioco ben precisa, in cui i giocatori si riconoscono e che hanno piacere di interpretare durante la partita. Ci stimoliamo per cercare di crescere e dare il massimo, credo sia un aspetto molto importante”.

Quando vedremo il miglior Tonali?
“E’ arrivato solamente due settimane fa, come Brahim Diaz. Cambia il contesto, l’ambiente e ciò che si fa in campo. E’ giusto che abbia il suo tempo per inserirsi bene, ma è intelligente e non credo che avrà problemi a farlo”.

Ibra ha detto che gli obiettivi del Milan sono in alto, ma segreti. Li svela lei?
“Per il momento li teniamo segreti all’interno dello spogliatoio. Ne parleremo. L’obiettivo principale è quello di continuare a crescere e migliorare”.

Quanto è cresciuto Calabria?
“Sta continuando sulla stessa strada intrapresa nel finale di campionato scorso. Ha reagito molto bene dal punto di vista mentale anche a qualche esclusione. E’ un giocatore che sa stare in campo ed è partecipe”.

Dove vede Brahim Diaz come posizione in campo?
“A me piace avere giocatori che possono occupare più posizioni, può giocare in tutte e tre le posizioni dietro alla punta. Deve capire bene il campionato, anche come ritmi, ma ci potrà dare una mano”.

Quale aspetto le è piaciuto e quale invece non l’ha convinta?
“Mi ha convinto la squadra che ha creato per 70 minuti e mi ha convinto meno quando abbiamo smesso di giocare e tenuto la palla ferma. L’attenuante è che siamo solamente all’inizio della stagione e non è facile tenere il ritmo e l’atteggiamento mentale giusto per 90 minuti”. 

Le parole di Mihajlovic allenatore del Bologna

“La partita è stata abbastanza equilibrata. Siamo stati in partita fino alla fine, abbiamo fatto più tiri in porta degli avversari ma gli episodi sono stati decisivi. E la differenza l’ha fatta Ibrahimovic”. Sinisa Mihajlovic e le parate di Donnarumma nel finale: “Maledetto il giorno che l’ho fatto esordire perchè contro le mie squadre fa sempre i miracoli – ha scherzato a Sky Sport a proposito del portiere rossonero che esordì proprio sotto la guida tecnica del serbo – Ma sono contento per lui in ogni caso”.

Poi sul mercato: “Abbiamo deciso di puntare sui giovani. Se riusciremo a prendere Supryaga, sarò contento anche se dovrà crescere. Bisognerà avere pazienza”. Infine c’è spazio per un commento su Orsolini: “Due mesi fa contro Theo Hernandez non c’era stata partita per lui. Oggi il duello è stato più equilibrato. Ma da uno come lui mi aspetto qualcosa in più dal punto di vista offensivo

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20