fbpx

Invasione di pista scongiurata a Silverstone: arrestati i manifestanti

Date:

In gara si è visto poco, ma a Silverstone abbiamo rischiato l’invasione di pista. Già prima del fine settimana, la polizia di Northampton aveva avvisato la F1 che alcuni attivisti stavano organizzando una manifestazione proprio il giorno della gara. Ma grazie ad un intervento tempestivo, gli autori sono stati arrestati poco prima che superassero le barricate. La comunicazione viene dalla stessa F1, la quale ha criticato pesantemente l’operato dei manifestanti. Tra le altre cose, la bandiera rossa per l’incidente di Guanyu Zhou ha facilitato il blocco della protesta, proprio mentre i soggetti stavano per entrare nel circuito.

Invasione di pista a Silverstone: cosa è successo?

L’allarme è scattato giovedì, quando fonti d’intelligence avevano avvisato che un gruppo di attivisti stavano preparando un sit-in proprio il giorno della gara. La F1 ha aumentato le misure di sicurezza, ma alla fine i manifestanti si sono presentati. Durante il primo via sette di loro hanno provato ad arrampicarsi sulle reti per entrare in pista, ma sono stati bloccati. Nello stesso momento, la direzione gara aveva fermato la corsa per l’incidente di Zhou, ed erano in corso le operazioni di soccorso. Max Verstappen stava sopraggiungendo nel luogo in cui stava iniziando l’assalto: ancora qualche minuto e si sarebbe sfiorata la tragedia. Di nuovo.

Chi sono gli autori?

Da quanto risulta dalle prime indagini, gli attivisti appartengono a “Just Stop Oil”, un’organizzazione ambientalista. Commentando l’accaduto a Motorsport.com, il CEO della Formula 1 Stefano Domenicali è stato abbastanza duro: “Tutti hanno il diritto di esprimersi, ma nessuno ha il diritto di mettere in pericolo delle vite“, ha detto l’ex ds Ferrari. “Le azioni di un piccolo gruppo di persone oggi sono state completamente irresponsabili e pericolose. Ringraziamo le forze dell’ordine per il loro grande lavoro, e non dovremmo essere compiacenti riguardo al rischio che questa situazione ha rappresentato per la sicurezza dei piloti, dei commissari, dei tifosi e di questi individui stessi“. Più combattuti i piloti, i quali hanno ammesso di sposare la causa del manifestanti ma hanno condannato la loro decisione di invadere la pista, bollandola come inutile e pericolosa. Attualmente i sette attivisti sono in custodia presso la polizia del Northamptonshire, le cui indagini sono in corso. Just Stop Oil ha rivendicato l’azione sul proprio profilo Twitter.


GP Gran Bretagna, gara: la prima di Sainz nel caos di Silverstone


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
Riccardo Trullo
Aspirante giornalista sportivo e membro orgoglioso della famiglia Periodicodaily. La mia specialità è il motorsport, in particolare la MotoGP ed il panorama americano di NASCAR, IndyCar, IMSA. Non disdegno la F1, campionato che seguo da una vita. E già che ci sono, butto un occhio nel settore delle auto di serie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Salernitana Vs Verona: probabili formazioni e in tv

Gara valida per la nona giornata del campionato italiano...

Bologna Vs Sampdoria: probabili formazioni e in tv

Gara valida per la nona giornata del campionato italiano...

Juventus Maccabi Haifa (probabili formazioni e Tv)

Gara valida per la terza giornata del gruppo H...

Dietro a Napoli ed Atalanta c’è l’Udinese

Dietro a Napoli ed Atalanta c'è l'Udinese di Sottil....