Nella notte fra il 24 e il 25 settembre, il ponte al di sopra di Corso di Francia a Roma è stato teatro della voce degli ultras laziali. La parte calda del tifo biancoceleste ha recriminato alla società e in particolar modo a Lotito, il fatto di non essersi impegnata abbastanza nel mercato. Gli ultras infatti non sono contenti degli acquisti effettuati perchè a parer loro, non sono abbastanza per affrontare il campionato e le gare europee.

Lotito accusato dagli ultras laziali di non aver investito maggiormente nel mercato

Gli ultras della Lazio contro Lotito

Gli striscioni, che esprimono il pensiero della Curva Nord, sono due. Il primo recita: “False promesse e mediocrità, il calciomercato è il solito scempio. Fuori il mercante dal tempio“, mentre il secondo, molto più esplicito, è un insulto al presidente Lotito. Gli striscioni affissi sul ponte sono poi stati rivendicati dai tifosi sulla loro pagina Facebook intitolata “La voce della Nord”. Gli ultras laziali non sono di certo nuovi a questo tipo di “proteste” in quanto ogni qualvolta si trovino in disaccordo con le decisioni del club, scrivono striscioni di lamentele che sovrastano i ponti di Roma.

Sabato 26 settembre la Lazio sarà ospite alla Sardegna Arena aprendo così la stagione 2020/21 contro il Cagliari. I biancocelesti si stanno preparando al meglio per la sfida e i tifosi sperano che la loro squadra del cuore possa partire con il piede giusto e non sulla scia delle ultime partite della scorsa stagione.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20