Paratici pensa sempre a Chiesa, ma servono le cessioni. L’uomo mercato dei bianconeri continua a lavorare per il rinnovo di Dybala. E intanto Ramsey promuove Pirlo. Inter, salutano Godin e Candreva, mentre il Tottenham è interessato a Skriniar. Milan, stand-by per Bakayoko. Continuano i contatti per Aurier, interessano sempre Pezzella e Milenkovic. Paquetà resta sempre un obbiettivo del Lione. Fiorentina, interesse per Quarta del River Plate, mentre un club bussa per Vlahovic. Lazio, tre nomi sulla trequarti. Mayoral ha detto sì alla Roma, ripresi i contatti con Pellegrini per il rinnovo. Si lavora per Smalling. Napoli, Gattuso chiede un centrocampista. Il calciomercato non si ferma mai.

Il calciomercato a Torino

In casa Juventus si pensa sempre a Federico Chiesa, pallino di Paratici. L’esterno viola sta aspettando le mosse dei bianconeri, ma una trattativa vera e propria verrà imbastita solo in caso di cessione di Douglas Costa. Il brasiliano piace molto al Manchester United. Sono ripresi i contatti per il rinnovo di Dybala, l’affondo si farà dopo il gong di fine mercato. Si parla di un rinnovo biennale, fino al 2024, con un’opzione per il 2025. Tiene sempre banco la questione “Khedira”. Il centrocampista tedesco non vuole rescindere con i bianconeri, situazione che scombina, e non poco, i piani del calciomercato juventino. Sirene inglesi per Rugani. Il difensore 26enne piace a Newcastle, Leeds e Manchester City. Paratici lo valuta circa 25 milioni. Nel frattempo Aaron Ramsey promuove il nuovo tecnico della Juventus Andrea Pirlo. “Con Pirlo ora ci divertiamo”, queste sono state le parole del gallese.

I movimenti “sotto la Madonnina”

Alcuni dirigenti del Tottenham hanno incontrato la dirigenza dell’Inter per discutere di Milan Škriniar, difensore centrale slovacco classe 95′. I nerazzurri hanno chiesto 60 milioni, gli inglesi ne hanno offerti 30 più una lunga serie di bonus per arrivare a 45. La trattativa, al momento, non prevede contropartite. Se lo slovacco dovesse accettare la destinazione londinese, l’Inter virerebbe su uno di questi nomi: Milenkoivc, Smalling, Izzo e Rüdiger. Saluta Antonio Candreva, l’esterno classe 87′ passa alla Sampdoria, dove firmerà un contratto triennale con opzione per il quarto anno e andrà a percepire uno stipendio da 1,7 milioni di euro di parte fissa che con i bonus potrebbe superare i 2 milioni. Il tesoretto ricavato permetterebbe ai nerazzurri di regalare a Conte un altro colpo in questa sessione di calciomercato: il sogno del tecnico salentino è Kantè del Chelsea.

Dall’altra parte di Milano, sponda rossonera, si lavora per regalare a Pioli un difensore centrale. Il tecnico avrebbe chiesto uno tra Milenkovic e Pezzella, già allenati durante la sua esperienza a Firenze. Tuttavia il Milan monitora proprio un ex viola, ovvero Matija Nastasić, classe 93′ in forza allo Schalke 04. Si lavora sulla formula del prestito con diritto di riscatto. Intanto ci sono stati dei contatti con il Lipsia per Nordi Mukiele, giovane difensore centrale francese. La richiesta dei tedeschi è di 20 milioni di euro. Lucas Paquetà continua ad interessare al Lione, la sua cessione sarebbe fondamentale per finanziare il calciomercato in entrata dei rossoneri.

La situazione a Firenze

In casa Viola c’è da fare i conti con le possibili partenze di Milenkovic, Pezzella e Chiesa. Sui difensori centrali ci sono le milanesi. L’Inter, nella trattativa per Milenkovic, potrebbe inserire il cartellino di Andrea Pinamonti. L’uomo mercato della Fiorentina, Daniele Pradè, ha individuato il possibile sostituto per uno dei due centrali sopracitati. Si tratta di Lucas Martinez Quarta, difensore classe 1996 del River Plate. Il difensore è da tempo visionato dalla Fiorentina, il club dei “Millonarios” chiede almeno 15 milioni di euro.

Un giro nella capitale

Borja Mayoral, attaccante del Real Madrid in partenza, avrebbe accettato l’offerta giallorossa. Lo spagnlo potrebbe essere il vice-Dzeko. Il Real preferibbe un trasferimento a titolo definitivo, ma i giallorossi sarebbero più propensi a un prestito, soprattutto nel caso in cui Dzeko dovesse restare in giallorosso. Nel caso si virasse su un acquisto a titolo definitivo, la Roma potrebbe versare nelle casse madrilene 13 milioni di euro. L’obbiettivo numero uno per la difesa resta sempre Smalling. Lo United ha abbassato le pretese, infatti è passato da 20 milioni a 18 milioni. La Roma però non vuole andare oltre i 12 milioni. Le alternative all’inglese sono: Todibo, di proprietà del Barcellona, e Marcao, difensore centrale mancino del Galatasaray, valutato 13 milioni.
Occhio però alla situazione calda in panchina: il fantasma di Allegri aleggia sulla testa di Fonseca e un suo arrivo potrebbe cambiare i piani della società per questo calciomercato.

La Lazio, dopo l’ufficialità di Hoedt, vuole regalare ad Inzaghi un colpo che permetta ai biancocelesti di fare il salto di qualità necessario per competere nella Uefa Champions League. Si lavora sulla trequarti e i nomi in questione sono tre: Draxler, in uscita dal PSG, Mata, in scadenza con lo United, e Callejon, attualmente svincolato.

Il calciomercato partenopeo

Il futuro del mercato azzurro passa molto dalla cessione di Koulibaly. Il senegalese è al centro di due trattative che vede coinvolte Paris Saint-Germain e Manchester City. Per quanto riguarda il caso Milik, la situazione è più difficile. L’approdo alla Roma, visti gli ultimi sviluppi, ora è molto complicato. Per il polacco ora è praticamente impossibile rientrare nei piani di Gattuso. Le scelte sono due: rimanere fermo per i prossimi mesi, aspettando una proposta, oppure approdare in altri campionati già nei prossimi giorni. A tal proposito si è mosso il Tottenham, ma la destinazione non sollecita il polacco. L’Everton sembra essere interessato al centravanti, ma solo nel caso di addio di Moise Kean. Younes e Ounas hanno rifiutato le offerte di Verona e Cagliari, anche Malcuit ha declinato l’offerta del Parma. Genoa e Crotone invece premono per garantirsi le prestazioni di Luperto.

Riguardo al mercato in entrata, Gattuso ha chiesto alla società uno sforzo per prendere Veretout dalla Roma, ma i soldi necessari possono arrivare solo dalle cessioni. L’alternativa è Matias Vecino: il Napoli non vorrebbe andare oltre i 10 milioni di euro, i nerazzurri tuttavia chiedono almeno 15 milioni.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20