Il Tour de France 2020 sta per partire, con la Francia che diventerà protagonista con lo svolgimento del più importante giro ciclistico al mondo dal 29 agosto al 20 settembre. Le tappe del Tour de France numero 107 saranno 21, con un percorso molto difficile, che promette spettacolo e grandi battaglie sulle magnifiche montagne francesi. Di seguito andremo ad analizzare meglio il percorso e le tappe della prima settimana di questo attesissimo Tour 2020.

LE PRIME 7 TAPPE DEL TOUR:

Come gli appassionati di ciclismo sapranno moto bene, il Tour de France si divide in 3 settimane di corsa, per una durata totale di 21 tappe, nelle quali gli atleti si batteranno per raggiungere i loro obiettivi.

La prima settimana della corsa difficilmente è quella decisiva, ma analizzando bene le tappe si vede subito che ci potranno essere delle sorprese.

I PERCORSI DELLA PRIMA SETTIMANA:

1a TAPPA, NIZZA-NIZZA (156 KM): Con gli ultimi 30km in pianura difficilmente i velocisti si lasceranno sfuggire la prima maglia gialla del Tour, e quindi si prevede un arrivo in volata, con la tappa che verrà decisa ruota a ruota.

2a TAPPA, NIZZA-NIZZA (186 KM): Nella seconda tappa i corridori rimarranno ancora a Nizza, ma con una tappa molto diversa e soprattutto molto più dura della prima. Con 4 salite molto interessanti ci possiamo attendere le prime sorprese in classifica generale. Tappa da prendere con le pinze dunque per chi vuole arrivare tra i primi a fine Tour.

3a TAPPA, NIZZA-SISTERON (198 KM): Dopo che ad inizio tappa si vedranno alcuni sali-scendi, il finale di tappa diventa perfetto per i velocisti, che dovranno farsi trovare pronti per mettere le loro ruote davanti a tutti.

4a TAPPA, SISTERON-ORCIERES-MERLETTE (160,5 KM): La quarta tappa sarà la prima con un arrivo in salita, con la salita finale di circa 7km. In precedenza, inoltre, il gruppo scalerà tre GPM di terza categoria e uno di quarta, con una tappa che si prevede decisamente movimentata.

5a TAPPA, GAP-PRIVAS (183 KM): Tappa che non dovrebbe regalare particolari emozioni per la classifica, ma il finale non del tutto pianeggiante potrebbe essere adatto per una vittoria in solitaria, con le fughe che potrebbero portare alla vittoria.

6a TAPPA, LE TEL-MONT AIGOUAL (191 KM): Secondo arrivo in salita, stavolta su un’ascesa di 8,3 km al 4%; questa però, è preceduta dal ben più duro Col de la Lusette (11,7 km al 7,3%). Gli uomini di classifica sono avvisati; in questa tappa si possono guadagnare posizioni e secondi pesanti.

7a TAPPA, MILLAU-LAVAUR (168 KM): I velocisti sicuramente avranno studiato alla perfezione questa tappa, che è disegnata in tutto e per tutto per gli sprinter.

Gli sprinter non guardano alla classifica generale, ma alla speciale classifica a punti che eleggerà a fine Tour il vincitore della Maglia Verde.
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20