È una buona Italia quella vista a Genova. Fa girare bene palla, pressa molto ed è aggressiva su ogni pallone, ma dopo aver subito il pareggio, che questa sera sta un po’ stretto agli azzurri, perde lucidità. Segnali positivi in vista della gara decisiva di Nations League contro la Polonia, ma serve un guizzo in più. Positivo l’esordio di Barella. L’Ukraina fa il suo. Subisce goal ma riacciuffa subito l’Italia e contiene l’11 di Mancini fino al ’90, andando anche vicina all’1-2.

Formazioni.

ITALIA: 4-3-3

Donnarumma

Biraghi, Chiellini (C), Bonucci, Florenzi

Barella, Jorginho, Verratti

Chiesa, Insigne, Bernardeschi 

All. Mancini

A disposizione: Sirigu, Berardi, Giovinco, Criscito, Acerbi, Pellegrini, Piccini, Bonaventura, Emerson, Immobile, Tonelli, Gagliardini

UKRAINA: 4-14-1

Pyatov (C)

Matvyenko, Rakitskiy, Burda, Karavayev

Sydorchuk,

Konoplyanka, Malinovskij, Zinchenko, Marlos

Yaremchuk

All. Shevchenko

A disposizione: Petryak, Krivstov, Kravets, Boyko, Butko, Tsygankov, Kravets, Lunin, Makarenko, Plastun, Stepanenko, Yarmolenko

Primo tempo. Gli azzurri partono forte e non impiegano molto a impensierire la retroguardia ukraina. Al 6′ Marlos sbaglia il passaggio in orizzontale sulla trequarti ospite, Chiesa intercetta, ma sull’ uno contro uno si intestardisce e calcia addosso a Rakitskiy. Palla deviata in angolo. L’Italia, in un minuto chiama in causa Pyatov per due volte. Angolo battuto corto e palla messa in mezzo da Verratti. Riceve Bonucci che gira al volo e scalda le mani a Pyatov. Sugli sviluppi del successivo corner Chiesa devia di testa e Pyatov risponde di nuovo mettendo in angolo. Al 21′ Insigne fa partire un destro a giro dall’interno dell’area di rigore. La palla esce alla sinistra di Pyatov. Due minuti dopo è Barella a calciare. Palla alta che il portiere dello Shaaktar Donetsk devia in angolo. Al 24′, si affaccia dalle parti di Donnarumma l’Ukraina con Konoplyanka, che calcia di sinistro, rasoterra. Donnarumma si distende e para. Al 36′ è di nuovo l’Italia a provarci con Chiesa, che riceve da Insigne e calcia verso Pyatov. Palla respinta in corner. Ci prova poi Insigne al 42′, Pytov respinge male verso Barella. Il centrocampista del Cagliari calcia verso la porta, ma Rakitskiy devia in angolo. Al minuto 43 si ferma la partita, per ricordare le 43 vittime del Ponte Morandi e tutto lo stadio dedica loro un applauso. Al 45′ c’è ancora un occasione per gli ospiti. Marlos calcia rasoterra, dal limite. Donnarumma si tuffa e blocca.

Secondo tempo. L’Italia rientra in campo con la stessa grinta del primo tempo e al 55′ passa in vantaggio con Bernardeschi. L’esterno della Juventus fa partire un sinistro violento che Pyatov devia nella sua porta. 1-0 Italia. Al 61′ ci prova l’Ukraina con Yarenchuk che calcia di destro in area di rigore. Donnarumma si fa trovare di nuovo pronto e mette in angolo, ma un minuto dopo, nulla può sulla girata di Malinovskiy. Sull’angolo, la palla arriva a Burda, che fa da sponda per Malinovskiy. Il centrocampista del GENK spedisce la palla alla sinistra di Donnarumma e fa 1-1. Il numero 8 ukraino prova a ripetersi al 70′ colpendo traversa su punizione. La palla, allontanata dalla difesa azzurra, torna in possesso degli ospiti. Sul cross, stacca di testa Stepanenko, da posizione ravvicinata, ma trova la respinta dell’estremo difensore rossonero. Le occasioni più pericolose le crea l’Ukraina, galvanizzata dal goal. Al 78′ Petriak, dal fondo, mette una palla tesa verso il limite dell’area azzurra. Sulla palla arriva Tsyhankov, che calcia di prima, spedendo la palla di poco a lato. Si fanno rivedere i ragazzi di Mancini all’85’ con Bonucci, che stacca di testa sul cross di Biraghi, ma alza troppo il pallone. La difesa ospite chiude bene sugli ultimi tentativi dell’Italia. Il match del Ferraris finisce 1-1.

Marcatori: 55′ Bernardeschi, 62′ Malinovskiy

CAMBI.

ITALIA: 57′ Immobile per Bernardeschi, 70′ Bonaventura per Verratti, 78′ Pellegrini per Barella e Berardi per Insigne, 84′ Piccini (esordio) per Florenzi, 88′ Criscito per Biraghi

UKRAINA: 45′ Tsyhankov per Marlos, 56′ Stepanenko per Sydorchuk, 73′ Petriak per Konoplyanka, 76′ Kravets per Yaremchuk, 88′ Krivstov per Rakitskiy, 90′ Butko per Kravets

AMMONITI.

ITALIA: Verratti, Chiesa

UKRAINA: Rakitskiy, Burda

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.