Mercedes

Segnali positivi quelli provenienti dalle prove libere. La Ferrari con i nuovi aggiornamenti sembra aver risolto ( seppure in minima parte) quei piccoli problemi in curva legati all’accelerazione. Lo stesso Lecler aveva dichiarato nella giornata di ieri, di come la vettura sia più adatta a questi tipi di piste ma le prestazioni restano comunque inferiori a quelle delle due Mercedes.

Mercedes-Ferrari:poli opposti

La Ferrari a differenza dello scorso weekend spera di poter trovare aiuto nella pioggia. La rossa nelle PL2 infatti è riuscita ad imporsi con Vettel alla prima posizione distanziando la Mercedes di Hamilton di circa tre decimi. La pioggia quindi si potrebbe rivelare (per la prima volta) alleato della rossa e nemica proprio del “mago della pioggia” Hamilton. Nelle prove libere tre,per la Ferrari a brillare è Charles Leclerc che ottiene il quarto miglior tempo della sessione. Ottavo Vettel che sull’asciutto dimostra di soffrire di più rispetto al bagnato.

Vettel nelle prove libere 2

Mercedes, invece, che resta sempre inarrivabile per la Ferrari. La vettura anglo-tedesca sull’asciutto sembra essere di un’altra categoria. La freccia nera si è imposta come leader delle terze prove libere. Un performante Lewis Hamilton, che con molta probabilità troverà la sua ottava pole position sul circuito ungherese, mette a segno il secondo miglior tempo.Dovrà fare i conti con il suo compagno di scuderia però; Bottas infatti ha fatto segnare il miglior tempo della sessione ( 1:15:437) e ha intenzione di ottenere la seconda pole della stagione dopo quella in Austria. Ancora da risolvere i problemi legati alle temperature che su questo tipo di circuito potrebbero causare problemi alle due frecce nere che restano comunque le due favorite per la vittoria finale con possibile doppietta.

Lewis Hamilton nella terza sessione di prove libere

Racing Point ok; male le Red Bull

Si confermano le Racing Point. La scuderia di Lawrence Stroll, riesce a tenere il passo e si mette tra la Mercedes e le due Ferrari. Nonostante l’investigazione in corso, le due vetture si classificano terza e quinta al termine della terza sessione di prove libere. Il gap dalla Mercedes di Valteri Bottas è di solo 161 millesimi. Prestazione inspiegabile delle due vetture specie se si prende in considerazione le prestazioni della scorsa stagione. Il tutto aspettando l’esito dell’indagine FIA che ha già sottolineato la totale uguaglianza di alcuni componenti con la Mercedes dello scorso anno. Nel mentre le due Racing Point corrono e lottano per conquistare punti importanti per la classifica.

Sessione di libere che invece non sorridono per la Red Bull. L’aggiornamento del muso delle vettura non sembra aver portato miglioramenti. Nella sessione sul bagnato, Verstappen infatti lamentava un setup non adatto oltre ad un bilanciamento totalmente errato. L’olandese conclude infatti al sesto posto con un gap di sei decimi dalla prima posizione occupata da Bottas. Albon invece si piazza dodicesimo. Vettura Red Bull che si è dimostrata difficile da tenere specialmente nel primo settore; lì Verstappen durante la sessione non ha trattenuto la vettura provocando un testacoda.

Non benissimo le due McLaren con Norris che ottiene il settimo posto. A chiudere le due Alfa Romeo di Giovinazzi e Raikkonen.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20