Mondiali Volley donne, titolo alla Serbia

0
2
epa07103663 Stefana Veljkovic (C) of Serbia and teammates celebrate a point during the FIVB Volleyball Women's World Championship semifinal match between Serbia and the Netherlands in Yokohama, south of Tokyo, Japan, 19 October 2018. EPA/KIYOSHI OTA

Non basta una nuova grande prestazione delle azzurre per battere la Serbia e conquistare il titolo

3-2 il risultato finale che consegna il primo titolo mondiale alle ragazze serbe, già campionesse europee lo scorso anno. Non è bastato un mondiale strepitoso di Paola Egonu pe trascinare la squadra italiana verso un secondo titolo iridato dopo quello vinto nel 2002. A lei rimane il  primato del maggior numero di punti realizzati nel torneo.Torniamo a casa comunque con una bella medaglia d’argento, qualche recriminazione e due sole sconfitte subite entrambe contro la favorita Serbia.

La partita

La partita inizia bene per l’Italia che si porta subito sul 2-0 e ancora sul 4-2. Di bene in meglio si arriva al 15-11. La Serbia tenta di spezzare il ritmo della squadra azzurra e chiede il time out. Inutilmente, continua a subire la supremazia italiana fino alla chiusura del primo set con un colpo potente di Miriam Sylla.

Dopo una buona partenza anche nel secondo set, le azzurre subiscono un parziale negativo di 5 punti  a 1. Il time out chiamato dal tecnico italiano non sembra cambiare le sorti della seconda frazione che vede la Serbia approfittare di alcune ingenuità azzurre  e portarsi sul 8-12. La squadra nostrana sembra aver completamente perso concentrazione  e lascia andare punto dopo punto. La Serbia pareggia i conti chiudendo il set con un indicativo 14-25.

Terzo set sulla stessa scia. Paghiamo la scarsa resa dei muri e troppi errori al servizio, nonostante tutto riusciamo a portare a casa il terzo set e tornare in vantaggio per 2-1.

Ma la Serbia è un osso duro e non si arrende, ad inizio quarto set ci rifila un 2-8 difficile da recuperare ad una squadra attenta e solida. Troppi momenti di pausa per le azzurre, che danno l’impressione di recuperare ma poi si lasciano andare  a vuoti di prestazione. Finisce 19-25 e si va al tie break. Si gioca il tutto per tutto. Punto dopo punto la Serbia sembra psicologicamente più forte, pesano tra le ragazze italiane gli errori in battuta e le occasioni sprecate. Le serbe sfruttano il primo match point a disposizione e si laureano campionesse del mondo.

Peccato. L’italia femminile della pallavolo ha giocato un torneo ad altissimo livello. Dieci vittorie consecutive, spezzate solo dalla sconfitta ininfluente con la Serbia nell’ultimo incontro dei pool, avevo dato la certezza di poter competere per l’oro mondiale. Rimane l’amaro in bocca e la consapevolezza di una squadra giovane che potrà andare a prendersi altre  future soddisfazioni.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.