Il venerdì del penultimo round della MotoGP 2019 è all’insegna di Fabio Quartararo. Il francese della Yamaha Petronas stampa il miglior crono nella FP1 in 01’59.027, migliorando il record della pista fatto segnare da Daniel Pedrosa nel 2015. Non pago, “El Diablo” ha fatto ancora meglio in FP2, 01’58.576, distanziando il resto del gruppo di mezzo secondo.

La giornata malese ha sorriso a tutto il plotone Yamaha, specialmente alla formazione satellite. Franco Morbidelli, secondo nella FP1, ha mantenuto tale posizione nella classifica combinata, sintomo evidente di competitività. In quarta posizione troviamo Maverick Vinales. Il catalano di Yamaha Factory è solo tredicesimo nella FP2 ma solo perché non ha fatto il time attack. Comunque, il pilota di Figueres è accreditato del miglior passo gara, ed è dato come favorito per la vittoria di domenica.

Con il quinto tempo della combinata, a sette decimi di distacco da Quartararo, Valentino Rossi si affaccia nella zona alta della classifica. Il “Dottore” dispone di una buona velocità in assetto da qualifica, ma è preoccupato per la tenuta della gomma posteriore. Nel corso delle sessioni ha percorso solo sei giri con la gomma media, insufficienti per capire se il grip tiene. Andrea Dovizioso è due piazze sopra Rossi, ma paga anche lui un bel distacco -sei decimi- da Quartararo. E’ comunque il migliore dei piloti Ducati.

Marc Marquez si nasconde. Il campione del mondo è costretto a parcheggiare la sua Honda per un problema tecnico in FP1, dove compie anche uno dei suoi famosi salvataggi. Rinuncia al time attack nella FP2, e alla fine della giornata è solo sesto.

Per quanto riguarda gli altri, la classifica assoluta vede Alex Rins e la Suzuki in settima posizione, davanti a Jack Miller, Aleix Espargaro con l’Aprilia e Cal Crutchlow. L’inglese della Honda LCR ha ottenuto l’ultimo posto utile per la Q2 all’ultimo momento, battendo Francesco Bagnaia di appena 63 millesimi. Continuano l’esplorazione di Johann Zarco, quattordicesimo alla sua seconda uscita con la Honda, e il calvario di Jorge Lorenzo, diciassettesimo a oltre due secondi dalla vetta. Si ritira Miguel Oliveira, alle prese con l’infortunio al polso rimediato in Australia.

I tempi della combinata: https://resources.motogp.com/files/results/2019/MAL/MotoGP/FP2/CombinedPracticeTimes.pdf?v1_35756370

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20