Caleb Farley

Il miglior prospetto, per quanto riguarda la secondaria difensiva, è Caleb Farley, il cornerback classe 1998 dei Virginia Tech Hokies. Si tratta di un giocatore piuttosto alto e molto robusto, per il suo ruolo, e può senza dubbio aggiungere molta qualità a qualsiasi difesa della National Football League.

Chi è Caleb Farley?

Al liceo, Caleb Farley gioca in posizione di quarterback. Al termine dell’ultimo anno con la Maiden High School, lancia per 1.776 yard e trova 21 touchdown e registra 2.574 rushing yard e 37 touchdown su corsa. Nel 2017 approda alla Virginia Tech, dove ricopre il ruolo di wide receiver. A causa di un infortunio al ginocchio, è però costretto a saltare l’intera stagione e torna in campo l’anno successivo.

Una volta rientrato in campo, l’Head Coach Justin Fuente lo schiera in posizione di cornerback. Il cambio di ruolo da i suoi frutti e Farley si rivela un elemento di rilievo per la secondaria degli Hokies. Anche nel 2019, scende in campo come cornerback e, al termine del campionato, è nominato first-team All-ACC. Farley potrebbe già presentarsi per il draft 2020 di NFL, ma sceglie di restare ancora un anno alla Virginia Tech. Nel mese di luglio 2020, però, prende la decisione di non scendere in campo nell’imminente regular season, per concentrare la preparazione sul draft 2021.

Un ottimo rinforzo per la secondaria

Caleb Farley ci mette poco tempo per adattarsi al ruolo di cornerback e lo dimostra già nel campionato 2018. Al termine del suo primo anno nel nuovo ruolo, Farley mette a segno 36 tackles, 1 sack e 2 intercetti. Nella stagione 2019 raggiunge la maturità e diventa uno dei migliori profili, per quanto riguarda la secondaria difensiva. Chiude il campionato 2019 con 20 tackle, 4 intercetti e riesce a segnare 1 touchdown.

In appena due anni, Farley si rivela uno degli uomini di punta nella difesa dei Virginia Tech Hokies. È dotato di una grande esplosività e di un buon cambio di passo, che lo rendono molto efficace nelle man coverage e letale dopo un recupero palla. Il suo fisico lo rende difficile da sfidare negli uno contro uno ed è molto abile nelle marcature a uomo.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20