Per il Pre Juventus-Bologna, in programma domenica 24 gennaio 2021 alle ore 12.30 all’Allianz Stadium di Torino, ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei bianconeri, Andrea Pirlo.

Pre Juventus-Bologna: cosa ha detto Pirlo

Dopo la conquista della Supercoppa Italiana, primo trofeo da allenatore, Andrea Pirlo è pronto a rituffarsi in campionato per riprendere la caccia al Milan capolista:”La vittoria ha lasciato grande entusiasmo, vincere aiuta a vincere. C’era grande euforia dopo la partita, in questi giorni nonostante la stanchezza abbiamo recuperato e lavorato con voglia. Siamo pronti per il Bologna”.

Sulla discontinuità: “A livello di continuità abbiamo sbagliato fin dall’inizio del campionato, ma tutte le squadre hanno alti e bassi. Quasi tutte le squadre prendono goal perché c’è stanchezza mentale ovunque e nessuno ha fatto la preparazione. Ci stiamo lavorando, sappiamo che dobbiamo migliorare molto su questo, può essere il nostro tallone d’Achille”.

Su Chiellini: “Già nel riscaldamento con il Napoli si è fermato per un problema alla schiena ma ha stretto i denti, non è facile per lui giocare cosi tanto ma sta bene e sta recuperando.

Su Chiesa e Mckennie: “Chiesa può giocare tranquillamente a sinistra, l’ha fatto soesso, in tante occasioni con Ronaldo può cambiare posizione perché è capace di venire dentro al campo. Non cambia niente, le posizioni vanno occupate. Mckennie è importante per dinamismo e forza, ha tempi di inserimento incredibili. È un giocatore che ci sta dando tanto”.

Sul mercato: “Sono soddisfatto della rosa che ho a disposizione, non ho bisogno di niente. Siamo tranquilli con i giocatori che abbiamo, purtroppo abbiamo avuto tanti infortuni e assenti per Covid”.

Su Mihajilovic: “Ci aveva fatto una lezione a maggio scorso, dopo gli ho mandato un messaggio per congratularmi. Ma non è vero che so tutto di calcio, ogni allenatore può sempre cambiare. Sulle punizioni vediamo i numeri e capiamo chi è stato il migliore”.

Su Kulusevsky: “Potrebbe giocare dall”inizio o come subentrare in corsa, sta bene, ha fatto due ottime partite e si è ripreso dalla fase di appannamento. Sta disputando una grandissima stagione, non è facile alla prima avventura nella Juventus. Può ricoprire più ruoli, è giovane, ha questa fortuna e può coprire più posizioni, forse giocando seconda punta in questa fase della carriera si sente più leggero”.

Sulla difesa: “Sul livello difensivo bisogna sempre lavorare, però siamo una delle migliori difese. In questo campionato difficilmente le squadre non prendono gol, ci sono più partite aperte. Alla fine chi ha la miglior difesa arriva a vincere i campionati”.

Sullo scudetto: “La corsa scudetto è racchiusa in queste 5-6 squadre, ma quella ora da battere è il Milan perché è prima in classifica. Lavoriamo su noi stessi, sappiamo che dobbiamo vincere tante partite, abbiamo tanti scontri diretti in casa, vedremo ad aprile dove saremo”.

Sulla crescita: “I dati non mi sono mai piaciuti, non li guardi. Guardo soprattutto come gioca la squadra e come tiene il campo, poi i dati cambiano di partita in partita. Avere il maggior possesso palla nella metà campo avversaria però mi piace perché è quello che cerchiamo di fare”.

Juventus-Bologna: probabili formazioni e in tv

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20