premier-league

Questo particolare fine settimana di Premier-League potrà portare molti cambiamenti, ma anche a molte conferme se le aspettative verso le squadre più forti e vincenti non verranno disattese. Ma ci sono dieci dettagli che sembrano insignificanti ma andranno non sottovalutati.

Premier-League: Il Newcastle continuerà a vincere?

Il Crystal Palace non ha mai vinto una partita nella massima serie quando ha giocato di Venerdì, ma ha una grande opportunità per porre fine a quella statistica al 13esimo tentativo contro il Newcastle in difficoltà. La prestazione insipida contro il Chelsea la scorsa settimana in cui la squadra di Steve Bruce ha raccolto un solo tiro in porta nella sconfitta interna per 2-0 non è andata bene ai tifosi e saranno interessati a vedere come Allan Saint-Maximin risponderà alle critiche di Alan Shearer , che ha detto che il francese “non ha sudato” da quando ha firmato il suo nuovo contratto di sei anni il mese scorso. Il Newcastle non vince a Selhurst Park dal Dicembre 2013, quando i gol di Yohan Cabaye e Hatem Ben Arfa hanno aiutato la squadra di Alan Pardew a registrare la sesta vittoria in otto partite e salire al sesto posto. Nella settimana in cui Pardew il cui contratto di otto anni al Newcastle sarebbe scaduto a giugno se poi non avesse deciso di partire improvvisamente per entrare a far parte del Palace nel dicembre 2015 e iniziare il suo nuovo ruolo di direttore tecnico al CSKA Sofia, potrà Bruce porre fine a quella corsa sterile nel sud di Londra? La risposta è Sì, il Newcastle ha vinto ieri Venerdì 27 Novembre con il Cristal Palace con un bel 2 a 0.

Premier-League: Lallana ha una mentalità vincente?

Il Brighton ha silenziosamente cambiato la sua politica sui nuovi acquisti e sulle cessioni. Negli ultimi anni, i suoi acquisti sono stati relativamente costosi come Alireza Jahanbakhsh (£ 17 milioni) e Jürgen Locadia (£ 14 milioni) si sono rivelati deludenti. Piuttosto che fare affidamento sugli acquisti dall’estero, il club ha investito in talenti sia dall’accademia, con Ben White e Aaron Connolly, sia acquistando adolescenti britannici Steven Alzate (Leyton Orient) e Tariq Lamptey (Chelsea). Hanno anche raccolto alcuni trasferimenti gratuiti come Danny Welbeck e Adam Lallana. Gli ultimi due si sono combinati per l’apertura nella vittoria su Villa lo scorso fine settimana ma l’attenzione è su Lallana con il suo ex club, il Liverpool, che arriva in città. Il centrocampista sta portando una ventata di positività e sembra un acquisto ben speso avendo partecipato a tutte e nove le partite di campionato in questa stagione, e inoltre porta una mentalità vincente. Lallana ha detto questa settimana: “A volte battere i grandi non è questione di fortuna o di calci piazzati. Si tratta di un cambiamento di mentalità. Si tratta di credere davvero di poter vincere. Forse posso aiutare la convinzione della squadra”.

Brighton – Liverpool , sabato alle 12.30.

Premier-League: Aguero può far segnare di nuovo il M. City?

La squadra di Pep Guardiola non ha mai avuto problemi a creare occasioni, ma convertirle sta diventando un po ‘una preoccupazione per il Manchester City. Contro l’Olympiakos, il City ha tirato 22 tiri, metà dei quali in porta, ma solo Phil Foden ha trovato la rete. Il City non è riuscito a segnare più di una volta nelle ultime sei partite di Premier League, il che non è abbastanza per una squadra che punta al titolo. La mossa che si è conclusa con il vincitore Foden ad Atene è stata un segno di ciò che il City punta a fare. Burnley non ha concesso gol da due partite da quando il loro capitano, Ben Mee, è tornato e non concederà al City nulla come il numero di occasioni che hanno creato a metà settimana. Il letale Sergio Agüero è di nuovo in forma e desideroso di dimostrare perché un prolungamento del contratto dovrebbe essere risolto rapidamente, poiché senza di lui ci sono molti problemi a segnare sotto porta. Se tutto dovesse scattare ancora una volta, tuttavia, potrebbe essere una giornata difficile per i Clarets e la stagione per chiunque affronti il Manchester City.

Manchester City – Burnley, sabato alle 15:00.

Premier-League: il Tottenham può vincere allo Stamford Bridge?

Se il Tottenham dovesse uscire indenne dallo Stamford Bridge, le loro credenziali per una lunga corsa al titolo inizieranno a sembrare irresistibili. Se il Chelsea dovesse vincere sette vittorie consecutive in tutte le competizioni e scavalcare i rivali londinesi, si potrebbe dire lo stesso di loro. La partita di domenica è importante e, viste le circostanze, i due giorni di preparazione in più che la squadra di Frank Lampard avrà goduto potrebbe rivelarsi cruciale. Hanno battuto il Rennes martedì sera mentre il Tottenham ha dovuto aspettare fino a giovedì per salutare il Ludogorets. Data l’impresa richiesta per giocare questa stagione nella sua interezza, forse è meglio per chiunque essere filosofico su tali questioni e riconoscere che queste cose accadranno. Ma José Mourinho potrebbe aver bisogno di un piccolo invito per poter parlare di una nuova striscia di vittorie, guardando solo il programma degli incontri, se le cose vanno bene contro gli Spurs. Tuttavia, se la partita si sposta a loro favore, a metà di una corsa formidabile che ha portato a una vittoria sul Manchester City la scorsa settimana e vede all’orizzonte incontri con Arsenal e Liverpool, potrebbe preferire riflettere che questa squadra del Tottenham sembra essere un affare vincente.

Chelsea – Tottenham, domenica alle 16.30

Premier-League: Raw Nkounkou resterà all’Everton?

Negli ultimi dieci anni, l’Everton non ha dovuto mai preoccuparsi della posizione di terzino sinistro. Per più di un decennio Leighton Baines ha fornito una sicurezza massima, diventando uno dei terzini più esperti e forti della Premier League, per non parlare dei suoi 33 gol nella competizione. Fu estromesso da Lucas Digne in seguito all’arrivo del francese dal Barcellona e Digne si è dimostrato altrettanto impressionante. Purtroppo per Carlo Ancelotti, Baines si è ritirato in estate e ora Digne è fuori infortunato per un periodo prolungato. Digne ha già quattro assist in otto partite in questa stagione, un segno della sua importanza per i Toffees. Il suo sostituto è Niels Nkounkou, un 20enne connazionale di Digne ma senza l’esperienza del suo più stimato compagno di squadra. Nkounkou ha una sola apparizione in carriera nella massima serie a suo nome, quando la squadra è stata sconfitta dal NewCastle. Ora ha la perpetua minaccia del Leeds di resistere, quindi Nkounkou deve dimostrare rapidamente il suo valore.

Everton – Leeds, sabato alle 17:30

Premier-League: il West Brom riuscirà a vincere?

Sabato sera va bene per combattere la retrocessione, anche a novembre. Se una delle due parti perde il duello delle meraviglie senza vittorie di questo fine settimana agli Hawthorns, temerà il peggio. “Forse le persone si aspettano che l’atmosfera qui sia oscura e miserabile, ma è tutt’altro che, siamo molto positivi”, ha detto il manager del West Brom, Slaven Bilic, prima della resa dei conti della sua squadra con lo Sheffield United. Il loro ottimismo non è infondato: il West Brom ha giocato alcune partite brillanti nelle ultime settimane anche se deve ancora trasformare la promessa in una vittoria. Sheffield United è sembrato relativamente abbattuto, desideroso di fiducia e coesione. Data la pressione e le difficoltà delle squadre quando si tratta di segnare, hai la sensazione che il primo gol sabato sarà fondamentale. Quindi una delle domande chiave che Chris Wilder deve affrontare è se mantenere la decisione di dare fiducia a Oli McBurnie nonostante i recenti errori o dare al giovane Rhian Brewster un’altra possibilità per lanciare il via alla sua carriera nei Blades?

West Brom – Sheffield United, sabato alle 20:00

Premier-League: Ceballos sarà presente nell’Arsenal?

Nonostante tutte le chiacchiere sugli attaccanti dell’Arsenal, anche altri reparti della squadra non sono all’altezza nel test della personalità. L’aggiunta di Thomas Partey è stata la prima pietra miliare di quello che alla fine doveva essere un nuovo centrocampo, e invece dal suo infortunio contro l’Aston Villa i vecchi problemi hanno rialzato la testa. La forma di Dani Ceballos è motivo di particolare frustrazione: lo spagnolo è chiaramente dotato e, nel primo tempo a Leeds lo scorso fine settimana, ha mostrato forza e bravura attorno al terzo attaccante. Un primo colpo è volato non molto lontano e il suo passaggio e il suo movimento avevano uno scopo che a volte è mancato. Anche se le sue prestazioni per l’Arsenal non sono state scarse, c’è la sensazione che sia capace di molto di più, sia che dipenda da lui o dalle istruzioni tattiche impartite da Mikel Arteta. Ceballos ha bisogno di iniziare a imporsi regolarmente nelle partite e la visita dei Lupi sarebbe un buon punto di partenza, soprattutto se si considera che non vi è alcuna garanzia che Partey sarà ritenuto idoneo per un incarico in cui la sconfitta avrebbe inaugurato alcune nuvole scure.

Arsenal v Wolves, domenica 19.15

Premier- League: Van de Beek e Fernandes possono diventare imbattibili?

Il Manchester United si è fatto strada fino ad ora durante la stagione, con Ole Gunnar Solskjær che fatica a procurarsi un undici in grado di creare il giusto equilibrio per una squadra che mira a entrare nei primi quattro alla fine della stagione. Nella maggior parte delle partite, sono stati selezionati due centrocampisti difensivi e il norvegese non è stato in grado di trovare un modo per inserire Donny van de Beek nella sua squadra di prima scelta. Contro Istanbul Basaksehir, invece, l’olandese è stato schierato in un ruolo più in retrovia del normale al fianco di Fred, mentre lo United ha eliminato i campioni turchi che nel primo tempo mostrano il meglio ma poi calano nel secondo. Alcuni temevano che Van de Beek e Bruno Fernandes non sarebbero stati in grado di operare con successo nella stessa squadra, ma martedì hanno dimostrato che questo è più che possibile. Fernandes aveva lo spazio e la libertà che desiderava, segnando due gol all’inizio, mentre il suo nuovo collega era diligente in un ruolo un po’ sconosciuto ma in cui avrebbe potuto prosperare in Premier League e potrebbe essere un altro tassello del puzzle a lungo termine.

Southampton – Manchester United , domenica 14:00.

Premier-League: Haller troverà la forza per segnare?

A volte il calcio è semplicemente una questione di fiducia. L’incapacità di un portiere di intrappolare una palla. Un rigore sbagliato. Un passaggio in avanti va lateralmente o all’indietro. Troppe cose per essere elencate in un punto di discussione possono influenzare lo stato mentale di un giocatore. La fiducia è stata probabilmente il problema per Sébastien Haller. Immaginando il suo periodo con l’Eintracht Frankfurt improvvisamente quei 45 milioni di sterline spesi dal West Ham iniziano a sembrare un buon investimento. Rimane un po ‘difficile, ma il ragazzo può giocare. Aver realizzato un gol la scorsa settimana allo Sheffield United può essere un dolce ricordo, ma anche un obiettivo che lo stesso Haller ha attribuito alla fiducia conquistata durante il servizio internazionale, l’attaccante francese si è recentemente convertito in Costa d’Avorio e ha segnato al suo debutto. Non sarebbe una sorpresa vederlo portare il suo slancio in questo fine settimana contro l’Aston Villa.

West Ham contro Aston Villa, lunedì alle 20:00.

Premier-League: il Leicester può tornare a vincere?

Segnare nei tempi di recupero a Braga per qualificarsi agli ottavi di finale di Europa League è stato un ottimo modo per Leicester di rispondere al flop dello scorso fine settimana a Liverpool, anche se la prestazione nel primo tempo a Braga non è stata migliore. La partita in Portogallo è cambiata con l’entrata di Jamie Vardy, Youri Tielemans, James Maddison e Wesley Fofana, che probabilmente giocheranno contro il Fulham. La squadra di Scott Parker non ha mostrato nulla in questa stagione che suggerisca di poter eguagliare l’intensità e la brillantezza del Liverpool o del Braga, quindi è difficile vederli rappresentare una minaccia per la squadra di Brendan Rodgers. La partita di lunedì è un’ottima opportunità per il Leicester per tornare in pista in campionato prima di essere sostenuto dai tanto attesi ritorni nelle prossime settimane di Ricardo Pereira, Wilfried Ndidi e Caglar Soyuncu.

Leicester City – Fulham , lunedì alle 17.30.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20