Ranking Atp: Djokovic saldamente al comando.

Al Roland Garros Nole Djokovic eguaglia Federer a 70 vittorie. Il serbo ha espresso tutta la sua gioia dopo aver ottenuto la sua settantesima vittoria al Roland Garros.

Djokovic eguaglia Federer: era il timore di Rafa Nadal

Lo avevamo annunciato in un articolo precedente. Rafa Nadal il più accreditato a prendere Roger era preoccupato: “non dimentichiamo Novak Djokovic“. E il serbo non si è fatto attendere. Novak Djokovic ha battuto Ricardas Berankis in poco più di ottanta minuti al secondo turno dell’Open di Francia ed ha ottenuto la sua settantesima vittoria sulla terra parigina, proprio come un certo Roger Federer.

Lavoro duro per tenere a freno Nadal sulla terra rossa

Sia Djokovic che Federer in questi ultimi anni, hanno lavorato duramente per cercare di contrastare Rafael Nadal sulla terra battuta. Entrambi hanno vinto una sola volta il Roland Garros: Federer nel 2009 e Djokovic nel 2016.

L’orgoglio di Djokovic dopo aver eguagliato il numero di vittorie di Federer

Novak ha detto: “sono davvero orgoglioso di aver raggiunto il numero di vittorie di Federer. Gli Slam sono gli appuntamenti più prestigiosi che ci siano nel nostro sport. Contano di più degli altri tornei, inutile negarlo. Vincere così tante partite in ogni Major è un risultato importante, che mi rende orgoglioso e felice. Cerco sempre di esprimere il mio miglior tennis negli Slam. Anche Federer e Nadal, i due migliori giocatori degli ultimi 15 anni, hanno sempre innalzato il loro livello nei tornei più importanti. Gli Slam sono gli unici appuntamenti in cui si gioca al meglio dei cinque set, quindi ci vuole un enorme sforzo fisico e mentale nell’arco di quelle due settimane. Non gioco per battere il record di partite vinte negli Slam, ma mi dà la conferma che sto seguendo la strada giusta. Significa inoltre che ho saputo esprimere il mio miglior tennis quando contava di più”.


Rafael Nadal si sbilancia:
“Se vinco il tredicesimo Roland Garros raggiungo Federer a 20 Slam”


Djokovic pronto per il terzo turno

Il serbo affronterà Daniel Galan al terzo turno. Il colombiano tenterà di impressionare Djokovic, ovviamente un’impresa ardua. “Per me è una gara in più ed affronterò un nuovo rivale. Anche Novak Djokovic ha dei punti deboli, ne sono certo. Al momento sono contento per la vittoria al secondo turno, tra un po’ inizierò a pensare alla prossima sfida. Giocare con uno o un altro rivale non deve condizionarti, bisogna sempre scendere in campo per divertirsi”.

Gli altri non stanno a guardare

Berrettini cerca il primo ottavo di finale a Parigi e tutto sommato il pronostico è dalla sua parte. Sta giocando abbastanza bene anche se non è al suo massimo. Sullo stesso campo scenderà ancora in “scena” Djokovic. Tra gli altri dodici match in programma spiccano il derby spagnolo Bautista-Carreno e Anderson-Rublev. Tranne il match di Djokovic tutti gli altri sono, per usare un termine calcistico da “doppia”, 1/2 per tutti gli incontri soprattutto per il derby spagnolo.

Il torneo femminile non è da meno

Quanto al torneo femminile, promettono spettacolo le sfide tra Sabalenka e Jabeur (ore 12:30 circa), entrambe le tenniste hanno fatto un sol boccone delle loro avversarie: giocando un ottimo tennis. Siegemund incontrerà la Martic, discorso diverso per le ultime due che non hanno propriamente brillato. “Vediamo che topo ci porta il gatto” In questa giornata, anche se promette “botte da orbi”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20