fbpx
Dicembre1 , 2021

Roma in Conference League: al via la fase a gironi

Related

Il mea culpa di Razali: “non dovevo prendere Rossi”

Il ritiro di Valentino Rossi è l'occasione per alcuni...

NFL, Week 13 – La preview di Cowboys – Saints

La tredicesima settimana di Regular season 2021 si apre...

Everton vs Liverpool: pronostico e possibili formazioni

Due rivali del Merseyside in forme molto diverse rinnovano...

-Torino: Belotti ko, idea Pellegri?

Il grave infortunio di cui è stato vittima Andrea...

Share

Dal 16 settembre al 9 dicembre. Roma in Conference League: al via la fase a gironi. Nelle fasce orarie delle 18:45 e delle 21:00. Le vincitrici dei gironi accedono agli ottavi di finale, mentre le seconde classificate verranno sorteggiate il 13 dicembre per poi accedere agli spareggi per la fase ad eliminazione diretta, dove sfideranno le terze classificate della fase a gironi di Europa League il 17 e il 24 febbraio.

Roma in Conference League: le avversarie

I giallorossi sono stati inseriti come testa di serie nel Girone C, insieme a Zorya Luhansk (club ucraino), CSKA Sofia (club bulgaro) e Bodo/Glimt (club norvegese). Vediamo gli avversari sorteggiati per la nuova competizione.

Zorya Luhansk

Il club ucraino si ritrova qualificato in Conference League dopo l’eliminazione dai preliminari d’Europa League contro il Rapid Vienna. Nella doppia sfida, sono state vinte dagli austriaci: all’andata per 3-0 ed al ritorno per 3-2. In campionato lo Zorya è settimo in classifica con 7 punti: su 5 partite conta 2 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. La squadra di mister Skrypnyk, ha condotto una politica di mercato a parametro zero, basato interamente su prestiti e costo zero. Da tenere d’occhio il classe ’96, Kochergin, che con tre reti è il miglior realizzatore. A seguire Zahedi e Owusu a quota due marcature mentre il miglior assist-man è Buletsa, trequartista arrivato dalla Dinam Kiev. La partita con la Roma sarà la prima contro una compagine italiana.

CSKA Sofia

In questa stagione prima di approdare ai gironi di Conference League ha battuto ai preliminari il Liepaja dopo i calci di rigore, l’NK Osijek e il Viktoria Plzen dopo i tempi supplementari. La squadra di Mladenov attualmente si trova al settimo posto con solamente due partite giocate, vinte entrambe. Lo scorso anno nei gironi di Europa League, fu avversaria dei giallorossi di mister Fonseca, che seppur passando il girone senza problemi, rimediarono un pareggio ed una sconfitta proprio con i bulgari. In totale si sono affrontati 6 volte, di cui solo l’ultimo scontro è stato perso, totalizzando per il resto 4 vittorie ed un pareggio. Da tenere d’occhio Caicedo, miglior realizzatore, che comunque salterà la prima sfida con la Roma.

Bodo/Glimt

Il Bodo/Glimt, gioca le sue partite all’Aspmyra Stadion, impianto con capienza di meno di 10mila posti. Lo scorso anno ai preliminari di Europa League si è dovuto arrendere solo per 3-2 a “San Siro” contro il Milan di Pioli, mettendolo in seria difficoltà. La squadra è guidata da Kjetil Knutsen, tecnico classe ’68 in carica dal 2018, ma già vice allenatore. La Roma troverà una squadra già parecchio in forma, dal momento che il campionato norvegese è iniziato addirittura il 9 maggio. La squadra di Knutsen è infatti già alla 17esima giornata e ora si trova al secondo posto, a due punti dal Molde. A luglio è arrivata l’eliminazione contro il Legia Varsavia e la retrocessione in Conference League. Dai turni preliminari di Champions League, passando il doppio 3-0 al Valur, poi la qualificazione ad agosto ai danni del Pristina e infine il successo contro lo Zalgiris. Affronteranno i giallorossi in una sfida anonima, primissimo incrocio in maniera assoluta fra i due club. Da tenere d’occhio Erik Botheim, classe 2000, a segno 12 volte in tutte le competizioni. Una compagine propositiva, che spesso conclude sotto porta e molto spesso va a segno.

Salernitana vs Roma: probabili formazioni e in tv

Roma in Conference League: l’obbiettivo trofeo

La Roma ha fame. José Mourinho ha fame. Lo si nota già dalle prime partite ufficiali. Club, squadra e tifo sembrano remare tutti nello stesso senso. Sicuramente la nuova competizione rappresenta un obbiettivo appetibile. Il Girone C, così come è uscito dall’urna non dovrebbe rappresentare un grosso impedimento per i giallorossi. La squadra capitolina sembra, già dopo due partite aver trovato una quadratura e compattezza, immagine e rappresentanza del suo tecnico. Avanti cosi’. La stagione è appena iniziata.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20