Serie A: Roma-Cagliari, sardi sotto assedio

Roma-Cagliari che è valsa per la trentaquattresima giornata di Serie A, è finita 3-0. I giallorossi hanno ospitato i sardi allo stadio Olimpico aggiudicandosi l’intero bottino. Vincendo questa partita volano a quota 58 ed ottengono il quarto posto, da tenere presente però che il Milan deve ancora giocare. La Roma è una delle squadre che lotta per arrivare all’Europa che conta e sicuramente con questa vittoria ha fatto un buon passo avanti. La prossima sfida segnata sul calendario dei giallorossi sarà contro il Genoa al Ferraris.

Il Cagliari dal canto proprio non può gioire per il risultato, nonostante ciò però ha giocato una partita valida, ci sono state delle belle occasioni che però non si sono concluse. Il Cagliari di Maran si trova al decimo posto in classifica con 40 punti, ma tutte le altre squadre devono ancora giocare. Sarà quindi premura dei rossoblù cercare di vincere le prossime gare per tenersi alla larga il più possibile dalla zona rossa della classifica. L’avversario della prossima settimana (il Napoli) di certo darà del filo da torcere ai sardi che devono tirare fuori il carattere e cercare di guadagnare punti utili.

L’esultanza di Fazio.

LE SQUADRE

ROMA (4-2-3-1): Ranieri sistema in campo i suoi con un 4-2-3-1, Mirante in porta, Florenzi, Manolas, Fazio e Kolarov in difesa. A centrocampo N’Zonzi e Pellegrini più arretrati rispetto a Kluivert, Pastore ed El Shaarawy. In attacco Dzeko.

CAGLIARI (4-3-1-2): Maran opta invece per il 4-3-1-2, con Cragno tra i pali, Pellegrini, Pisacane, Ceppitelli e Cacciatore in difesa. A centrocampo Barella, Cigarini e Ionita, dietro le punte Joao Pedro e Pavoletti, Birsa.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO: Comincia Roma-Cagliari e dopo appena 5 minuti la squadra di casa passa in vantaggio grazie ad un gol di Fazio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo respinto male dagli avversari la palla resta in area e il difensore giallorosso segna di testa. Non c’è nemmeno il tempo per i tifosi di finire di esultare che Pastore fa gioire nuovamente l’Olimpico. Grazie ad un assist di Kluivert, il centrocampista argentino libera un tiro che supera Cragno. Roma 2, Cagliari 0. Il Cagliari cerca di reagire a questi due gol subiti nel giro di tre minuti, ma sicuramente l’inizio della gara non è stato dei migliori. La squadra di Maran comunque non si da per vinta e cerca di fare del proprio meglio.

Pastore segna il gol del 2-0.

Al 30esimo minuto di gioco i rossoblù costruiscono una bella azione di gioco, ma Cigarini perde palla e fa ripartire la Roma. Dzeko prova il tiro che però troppo debole non mette in difficoltà Cragno. La Roma continua ad attaccare, nonostante sia già in vantaggio di due reti sull’avversario non molla la presa. Al 38esimo Florenzi prova la conclusione ma palla sul fondo e cinque minuti più tardi Pastore colpisce la traversa. Il primo tempo finisce con la Roma in vantaggio e con il Cagliari sotto assedio che dovrà dimostrare più coraggio nel secondo tempo.

SECONDO TEMPO: Le squadre fanno rientro in campo dopo l’intervallo. Riparte subito forte la Roma che sembra proprio non voler dare respiro ad un Cagliari già in difficoltà. Al 55esimo Dzeko su assist di Kluivert, colpisce il palo della porta di Cragno e fa tremare nuovamente l’Olimpico. La partita continua a ritmi un po’ più lenti rispetto al primo tempo ma con una Roma sempre in attacco e un Cagliari sempre sulla difensiva. Ci sono diversi cambi da parte di entrambe le squadre. Al 72esimo Pavoletti cerca la porta di testa, ma troppo debolmente per essere pericoloso. La partita prosegue fino all’86esimo quando Kolarov approfitta di una parata di Cragno su un tiro di Kluivert, segnando il gol del 3-0. Roma inarrestabile. Viene concesso un solo minuto di recupero dopodiché l’arbitro dice che può bastare.

Una delle azioni di gioco.

IL TABELLINO

ROMA(4-2-3-1): Mirante 6,5; Florenzi 6, Manolas 6, Fazio 6,5, Kolarov 6,5; Nzonzi 5,5, Lo. Pellegrini 5,5; Kluivert 6,5 (42′ st Coric), Pastore 6,5 (19′ st Perotti), El Shaarawy 6,5 (29′ st Under); Dzeko 6,5. A disp.: Olsen, Fuzato, Juan Jesus, Marcano, Schick. All.: C. Ranieri.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno 6,5; Cacciatore 5,5 (29′ st Srna 5), Ceppitelli 5,5, Pisacane 6, Lu.Pellegrini 5; Ionita 5,5, Cigarini 6, Barella 5,5; Birsa 6 (23′ st Deiola 5); Joao Pedro 6 (39′ st Thereau 5), Pavoletti 6,5. A disp.: Rafael, Aresti, Romagna, Lykogiannis, Padoin, Bradaric, Oliva, Cerri, Despodov. All.: R. Maran.

MARCATORI: Fazio (5′), Pastore (8′), Kolarov (86′).

AMMONITI: Manolas, Pisacane, Ceppitelli.

ARBITRO: G. Manganiello (Pinerolo).

Please follow and like us:

Sara Orlandini

Ciao! Sono Sara Orlandini e ho 23 anni, sono appassionata di sport amo scrivere, leggere e per questo ho deciso di unire queste passioni scrivendo articoli sportivi. Spero un giorno di diventare giornalista sportiva, nel frattempo mi guardo le partite (ma non solo!) e ve le racconto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.