Il match tra il Venezia di Zenga e il Cosenza di Braglia termina con gli ospiti vincitori per 0-1. Il Cosenza è bravo a sfruttare l’unica vera occasione capitatagli nel secondo tempo, dopo aver colpito vari legni nella prima metà della gara. Il Venezia parte forte, spinge in avanti, ma non riesce a concretizzare le occasioni create, sia nel primo sia nel secondo tempo.

La sconfitta odierna interrompe la striscia di quattro risultati utili per il Venezia, facendolo retrocedere di una posizione, perdendo così terreno dalla zona playoff. La vittoria non permette ancora al Cosenza di rilassarsi, ma gli fa prendere un po’ di distacco dalla zona retrocessione.

FORMAZIONI

VENEZIA 4-2-3-1

Vicario

Bruscagin, Domizzi, Modolo, Zampano

Segre, Bentivoglio

Di Mariano, Schiavone, Falzerano

Citro

All. Zenga

A disposizione: Suciu, Marsura, Coppolaro, Pinato, Litteri, Zennaro, Cernuto, Vrioni, St Clair, Andelkovic, Facchin, Garofalo

COSENZA 5-3-2

Perina

D’Orazio, Legittimo, Dermaku, Idda, Corsi

Garritano, Palmiero, Bruccini

Maniero, Tutino

All. Braglia

A dsiposizione: Di Piazza, Schetino, Pascali, Cerofolini, Perez, Mungo, Anastasio, Varone, Saracco, Tiritiello, Baez

PRIMO TEMPO

Il Venezia fa già sentire la sua pressione nei primi minuti. Al 2′ minuto Citro, servito da Bentivoglio, aggira Perina, ma la sua conclusione sbatte contro l’esterno del palo. I padroni di casa schiacciano il Cosenza nella propria trequarti, cercando soprattutto di creare pericoli con traversoni, che vengono puntualmente respinti dalla difesa ospite o bloccati da Perina. Al 33′ il Cosenza prova a sorprendere gli avversari. Bruccini prova la conclusione dalla distanza che, a Vicario battuto, si stampa sulla traversa. Al 44′ è ancora il legno a negare la gioia agli ospiti. Su una punizione, calciata da Palmiero, Maniero svetta sopra tutti, mandando il pallone sul palo. Sempre Maniero cerca di mettere il pallone in rete sulla respinta del palo, ma spedisce di nuovo la sfera contro il legno. Il primo tempo si chiude con il brivido per gli arancioverdi.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa il Venezia si fa passare lo spavento per i legni colpiti dagli ospiti e riprende in mano le redini del gioco, creando azioni elaborate per schiacciare gli avversari. Al 67′ un cross di Falzerano sbatte sul braccio di Tutino. Il direttore di gara giudica il contatto involontario e non ferma il gioco. Al 75′ Bentivoglio stacca di testa su un corner. La conclusione è centrale e l’estremo difensore ospite non fatica a bloccarla. All’80’ si spezza l’equilibrio della gara. Il Cosenza prende il Venezia in contropiede, ripartendo con Baez, che ha molto spazio perché i padroni di casa sono completamente sbilanciati. Baez serve D’Orazio, che incrocia di sinistro e batte Vicario. I padroni di casa provano la reazione immediata, ma il destro di Falzerano trova la respinta di pugno di Perina. Al 90′ ha una buona occasione anche Garofalo su punizione, ma Perina abbassa la saracinesca e nega il pari agli arancioverdi. È l’ultima occasione della partita. Il Cosenza conquista i tre punti battendo il Venezia nel proprio campo.

TABELLINO

MARCATORI: 80′ D’Orazio

SOSTITUZIONI

VENEZIA: 56′ Garofalo per Segre, 66′ Vironi per Citro, 84′ Litteri per Zampano

COSENZA: 70′ Baez per Tutino, 72′ Mungo per Garritano, 79′ Di Piazza per Maniero

AMMONITI

VENEZIA: Domizzi, Schiavone

COSENZA: Palmiero, Idda, Garritano

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.