Serie B, le streghe del Benevento ammaliano il Venezia

Questa ventiduesima giornata di Serie B ha visto il Benevento sfidare in casa il Venezia di Zenga, e chiudere la partita con il risultato di 3-0. La squadra di Zenga che vanta una delle migliori difese del campionato cadetto, non è riuscita a fermare le streghe di Benevento.

I campani ora si trovano in quinta posizione con 33 punti, in piena zona playoff, ma si sa che la classifica è variabile e mancano ancora molte partite. Il prossimo impegno del Benevento sarà venerdì 8/02 contro la Salernitana.

Il Venezia invece soffre per questa sconfitta. La squadra si trova fuori sia dalla zona play out che da quella retrocessione, ma sicuramente avrebbe gioito nel guadagnare tre punti. Se avesse vinto infatti, si troverebbe in decima posizione mentre ora occupa la tredicesima a quota 25. La settimana prossima incontrerà il Lecce.

Un’azione di gioco di Benevento-Venezia.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO: Il Benevento esercita un buon pressing sul Venezia che però difende bene. Al 9′ Coda cerca la conclusione tirando di potenza col sinistro, ma la palla è troppo centrale e non crea problemi a Vicario. Al 13′ il Benevento ha la prima vera chance della partita, con Insigne che calcia però troppo alto, palla sopra la traversa. Ancora Benevento al 25esimo con Bandinelli che da fuori area cerca il gol ma il pallone vola sopra la porta. La squadra di casa continua ad attaccare, senza però creare interventi pericolosi. Pochi minuti dopo Segre commette fallo su Insigne, e per questo viene ammonito, anche se la scorrettezza è ritenuta dubbia dal giocatore del Venezia e dai compagni. A calciare la punizione è Insigne, che tira molto bene e Vicario altrettanto bene para il tiro.

Al 30esimo minuto di gioco il Venezia passa in vantaggio, ma la gioia dei giocatori e della panchina dura ben poco perché il gol viene annullato per posizione di fuorigioco. La squadra e soprattutto Zenga si lamentano perché non è ben chiaro chi si trovasse in posizione di fuorigioco. L’arbitro resta comunque della sua idea e il gioco prosegue. Al 43′ Improta sfiora il vantaggio tirando di sinistro ed accarezzando il palo della porta del Venezia. Il tempo di recupero è solo di un minuto, e al 46′ Volta è vicinissimo a portare il Benevento in vantaggio, con un tiro che però colpisce il legno.

L’esultanza di Insigne.

SECONDO TEMPO: Ricomincia Benevento-Venezia e gli ospiti nonostante provino a tirare faticano ad inquadrare lo specchio della porta. Al 57′ bell’assist di Domizzi a Bocalon che si trova nell’area del Benevento, colpisce la palla di testa però tiro troppo alto che supera la traversa. Ora il Venezia è molto più offensivo rispetto alla prima metà di gioco, perché riesce ad avvicinarsi in più occasioni alla porta avversaria. Nonostante ciò però, al 62esimo arriva il vantaggio del Benevento, è Insigne a firmare il gol dell’1-0.

Al 70′ Domizzi prova a concludere tirando da fuori area, ma palla troppo alta. All’85’ Bocalon va vicino al gol del pareggio, ma Montipò non si fa trovare impreparato e chiude la serranda. Pochi minuti più tardi l’arbitro assegna un rigore a favore del Benevento perché Coppolaro del Venezia commette fallo in area su Bandinelli. A tirare dal dischetto è Coda, che non sbaglia e timbra il gol del 2-0. I minuti di recupero sono 5, e nonostante il Venezia sia in svantaggio e in inferiorità numerica, data l’espulsione di Domizzi, continua a crederci, ma il Benevento non si lascia distrarre. Al 94′ Insigne su assist di Bandinelli segna di testa il suo secondo gol di giornata. Benevento-Venezia finisce 3-0.

Zennaro del Venezia e Buonaiuto del Benevento.

IL TABELLINO

Benevento (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Buonaiuto (70′ Tello), Crisetig (75′ Del Pinto), Bandinelli, Improta (65′ Gyamfi); Insigne, Coda. A disp.: Gori, Zagari, Del Pinto, Tello, Viola, Tuia, Costa, Gyamfi, F. Ricci, Asencio, Armenteros, Caldirola. All.: C. Bucchi.

Venezia (3-5-2): Vicario; Bruscagin, Domizzi, Modolo; Zampano, Zennaro (64′ Schiavone), Besea (75′ Pinato), Segre, Coppolaro; Rossi (66′ Vrioni), Bocalon. A disp.: Facchin, Lezzerini, Bentivoglio, Suciu, Clair, Pinato, Mazan, Schiavone, Lombardi, Cernuto, Garofalo, Vrioni. All.: W. Zenga.

MARCATORI: Insigne (62′, 94′), Coda (89′-R).

AMMONITI: Volta, Insigne, Bocalon, Segre.

ESPULSI: Domizzi.

ARBITRO: L. Nasca (Bari).

Please follow and like us:

Sara Orlandini

Ciao! Sono Sara Orlandini e ho 23 anni, sono appassionata di sport amo scrivere, leggere e per questo ho deciso di unire queste passioni scrivendo articoli sportivi. Spero un giorno di diventare giornalista sportiva, nel frattempo mi guardo le partite (ma non solo!) e ve le racconto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.