fbpx
Settembre23 , 2021

Sila 3 Vette, torna la Winter Challenge più a sud d’Europa

Related

Cagliari – Empoli 0-2: i toscani conquistano la Sardegna Arena

Il Cagliari di Mazzarri, dopo il punto all'Olimpico, frena...

Milan-Venezia 2-0: Diaz apre, Hernandez chiude la pratica

Milan-Venezia 2-0 dopo i novanta minuti regolamentari. I rossoneri...

La Juve soffre, ma torna a vincere!

Gara matta all'Alberto Picco di La Spezia. La Juve...

Bagnaia protagonista dei test di Misano

Il Gran Premio di MotoGP di Misano è terminato...

Share

Dal 5 al 7 marzo 2021 la notte sui boschi della Sila si anima per la quinta edizione della Sila 3 Vette, la gara al limite che porta nel parco nazionale oltre 100 atleti da tutta Europa

Tra i boschi della Sila, la notte può essere spaventosa. Cambiano le regole, mutano suoni e odori, si confondono i luoghi, spariscono le ombre. Qui si svolgerà dal 5 al 7 marzo la V edizione della Sila 3 Vette, la Winter Race più a sud d’Europa. Ogni anno questa competizione riunisce nel più vecchio parco nazionale della Calabria oltre 100 atleti provenienti italiani e internazionali.

Sci di fondo o escursionismo, fatbike, trekking a piedi o con le ciaspole, dog endurance sono le discipline delle rispettive sfide di categoria, nelle tre gare da 40, 80 e 140 km, e nella 21 km tourist (solo diurna). La location è un paesaggio fatto di antichi alberi alti come giganti, ruscelli e ampi spazi popolati da animali. In gioco ci sono la sopravvivenza e un traguardo importante da raggiungere: un lasciapassare per le due Winter Race più importanti al mondo, la Iditasport in Alaska (sulla millenaria rotta commerciale e migratoria percorsa dai primi popoli dei ghiacci) e la Rovaniemi150 (la più importante e storica winter ultramarathon in Europa che si tiene ogni anno tra le nevi finlandesi). L’edizione 2021 è pronta a presentare una ulteriore novità, la partnership con la Ultra Mirage El Djerid, 100 km in solitaria nel deserto tunisino.

Gli organizzatori sono al lavoro da mesi per garantire lo svolgimento della gara in totale sicurezza, nel rispetto delle normative anti-covid. La gara è riconosciuta dal CONI come competizione di valore nazionale e internazionale.

Storia e percorsi

Il percorso si snoda lungo l’altopiano che unisce il Monte Scuro, il Monte Curcio e il Monte Botte Donato. 5500 m di dislivello nella 140 km, continui saliscendi per un’altezza media di 1600 m e temperature che di notte toccano anche i – 15 °C. Ad attendere i partecipanti lungo il percorso ci sono i punti ristoro ma a tutti è vietato usufruire di aiuti esterni. Contare esclusivamente sulle proprie forze è il segreto per vincere.

Partecipare a questa avventura significa riscoprire l’altopiano della Sila in un momento particolare della giornata, la notte”. Queste le parole di Giuseppe Guzzo, Presidente della Tmc360 Sport ideatrice della competizione.

Nata nel 2017, la Sila 3 Vette è l’unica Winter Race in Italia realmente ispirata alle grandi competizioni del nord Europa. L’obiettivo è quello di promuovere un turismo sportivo d’avventura in Calabria, valorizzando e riscoprendo il territorio dell’altopiano della Sila. Qui nel 1947 la Riforma Agraria dell’Opera Sila ha permesso la costruzione di villaggi, oggi in stato di abbandono. Ed è proprio con l’intento di promuoverne il recupero che la Winter Race, nella 140 km, porta gli atleti in quei luoghi dimenticati ma meravigliosi.

Il 7 settembre 2019 l’associazione sportiva organizzatrice firma a Courmayeur la Carta degli Eventi Sportivi Sostenibili con il Ministero dell’Ambiente, l’ultimo riconoscimento in ordine di tempo al lavoro importante svolto da questa competizione per la tutela e valorizzazione del territorio del Parco Nazionale della Sila, promuovendo una cultura sportiva basata sul concetto di sostenibilità e capacità di generare impatti positivi sul territorio coinvolto.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20