Sorteggio Champions League 2018/2019: alle Italiane, l’urna sorride soltanto a metà

A Montecarlo verdetti agrodolci. Gironi di ferro per Napoli e Inter. Incognita Manchester United per la Juventus. Alla Roma i campioni in carica del Real Madrid.

Si è aperta oggi, 30 Agosto 2018, la nuova stagione della Coppa dei Campioni. Una nuova edizione con un nuovo format, che tra le altre cose restituisce alla Serie A la partecipazione di ben quattro squadre. L’ultima volta risale addirittura alla stagione 2009/2010. Anche in quell’anno la finale si disputò a Madrid, e a trionfare fu proprio una formazione italiana, la straordinaria Inter di Mourinho. Vediamo pertanto nel dettaglio i gironi delle squadre militanti nel massimo campionato italiano.

I gironi delle italiane

Juventus

La Juventus si presentava a Montecarlo come una delle squadre favorite per la vittoria finale, nonché come una delle otto teste di serie. Nonostante ciò i rischi di un sorteggio beffardo c’erano ed erano concreti, provocati soprattutto dalla presenza del Liverpool in terza fascia. L’aver preso immediatamente il Manchester United nella seconda del girone H ha scongiurato da subito il rischio Reds. La compagine di Mourinho non era certo tra i desideri più vivi a Vinovo, ma i bianconeri partono certamente favoriti. Questo sia per il valore assoluto delle due formazioni e il relativo rodaggio, ma soprattutto per il momento delicato in casa United. Le difficoltà dei Red Devils non appaiono, infatti, per nulla contingentali, e difficilmente saranno sanabili in poco tempo. I risultati d’avvio della Premier non hanno fatto poi che incrinare ancor di più i rapporti tra il mondo United e Josè Mourinho. Il ritorno in Italia dello Special One, ex allenatore dell’Inter sarà sicuramente un nodo di interesse centrale, dato soprattutto i passati burrascosi con i bianconeri, ma è giusto che questa Juventus non tema questo Manchester United, e che, anzi, giochi apertamente per il primato.

In terza fascia i Torinesi pescano il Valencia, squadra certamente intrigante, ricca di giocatori di talento. Su tutti spicca la stella Rodrigo, uno dei pochi a salvarsi nell’esperienza mondiale spagnola, e Batshuayi, autore di sei ottimi mesi lo scorso anno al Borussia. Squadra intrigante sì, certamente anche particolarmente ostica tra le mura amiche ma la sensazione è che sia Manchester il luogo in cui ciò desta più preoccupazioni.

A chiudere il girone ci pensano gli svizzeri dello Young Boys, con tutta probabilità non un serio problema per nessuna delle altre tre squadre del Gruppo H.

Napoli

Il Gruppo C invece non regala piacevoli sensazioni al Napoli. Ancelotti e i suoi hanno la sfortuna di incontrare la mina vagante della terza fascia, nonché seria candidata ad arrivare fino in fondo nella competizione, il Liverpool. Il Napoli ha già affrontato i Reds quest’anno, nel precampionato, e il parziale fu impietoso: 5-0 per gli uomini di Klopp. Il calcio d’Agosto è spesso irrisorio, ed è difficile ipotizzare che tra le due squadre vi siano effettivamente cinque di gol di scarto. Ciò che però è fuor di dubbio, è che il Liverpool appare più preparato alla competizione, forte della finale dello scorso anno e di un mercato fortemente oculato.

L’altra squadra maggiormente indiziata al passaggio del turno è certamente il PSG. Neymar e compagni sono chiamati quest’anno al definitivo salto di qualità, e la Champions League è l’unica competizione che davvero darebbe dignità ad un progetto iniziato ormai qualche anno fa. Lo scontro coi parigini, poi, metterà a dura prova il cuore dei napoletani, che assisteranno per la prima volta, al ritorno, da avversario, del Matador Cavani.

A chiudere il gruppo C è la Stella Rossa di Belgrado. Un tuffo nella storia per molti spettatori, che assisteranno ad un realtà calcistica fortemente mutata dopo le guerre balcaniche degli anni 90. Il nome rimane, ma è difficile ipotizzare che i serbi possano davvero impensierire le altre tre formazioni.

Roma

I giallorossi, sorteggiati in seconda nel gruppo G, se la vedranno coi dominatori degli ultimi 5 anni di calcio europeo. Il Real Madrid tuttavia non sarà certamente la corazzata degli ultimi anni, visto il flusso di cambiamenti avvenuti in estate. Ronaldo e Zidane sono il simbolo della volontà di restituire ad un gruppo saturo gli giusti stimoli. La Roma potrebbe nella migliori delle ipotesi, anche insidiare il primato dei Blancos.

Anche se in ciò la Roma non dovesse riuscire, evento tra l’altro probabile e legittimo, i giallorossi partirebbero in ogni caso un passo avanti alle altre due squadre del girone, il CSKA Mosca e il Viktoria Plzen, entrambe tra l’altro affrontate ottimamente di recente dalla Roma.

Inter

Ritorno in Europa ricco di difficoltà ma anche di entusiasmi in casa Inter. I nerazzurri mancavano in Europa dal 2016/2017 e in Champions addirittura dal 2011/2012. L’urna di Montecarlo allora, regala agli uomini di Spalletti la quarta fascia e, come prevedibile, un gruppo B di fuoco. Il Barcellona evoca i dolci ricordi della stagione del Triplete, ma in termini più razionali, ad oggi, rimanda ad un doppia sfida serratissima. Per ciò che riguarda il Tottenham il discorso è simile. Se una decina d’anni fa in un’ipotetica sfida ai londinesi, i nerazzurri sarebbero stati per distacco i favoriti, oggi il discorso sembra completamente mutato. Ciò che gioca particolarmente a sfavore dell’Inter è l’assenza di esperienza in ambito internazionale della maggior parte dei giocatori. Quei pochi che l’esperienza l’hanno maturata, non lo hanno fatto a Milano, come Miranda, Asamoah o Vrsaljko.

A Milano però cercheranno in ogni modo di dar battaglia, spinti soprattutto dalla marea interista di San Siro. Fondamentale sarà senz’altro tentare di portare a casa il massimo dal doppio scontro con l’altra squadra del gruppo B, il PSV Eindhoven.

Tutti i gironi

GRUPPO A: Atlètico Madrid, Borussia Dortmund, Monaco, Club Brugge.

GRUPPO B: Barcellona, Tottenham, PSV Eindhoven, Inter.

GRUPPO C: Parìs Saint-Germain, Napoli, Liverpool, Stella Rossa di Belgrado.

GRUPPO D: Lokomotiv Mosca, Porto, Schalke 04, Galatasaray.

GRUPPO E: Bayern Monaco, Benfica, Ajax, AEK Atene.

GRUPPO F: Manchester City, Shakhtar Donetsk, Olympique Lione, Hoffenheim.

GRUPPO G: Real Madrid, Roma, CSKA Mosca, Viktoria Plzen.

GRUPPO H: Juventus, Manchester United, Valencia, Young Boys.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.