Top difensori under 25: G. Mancini ed il campionato primavera

Piccola premessa, vi spiego prima come funziona il campionato primavera



Nel campionato primavera partecipano 16 squadre, tra le più importanti squadre giovanili sono inclusi i nomi di Inter, Torino, Atalanta, Fiorentina e Roma. Dopo aver giocato sia il girone di andata che ritorno, le prime due classificate accedono direttamente alle semifinali delle Final Eight.

Le squadre che sono arrivate in classifica tra la terza e sesta posizione si affrontano tra di loro negli spareggi, per decretare le altre 2 semifinaliste. La squadra vincitrice di questo mini torneo, diventa Campione Italiano del campionato primavera. Da quest’anno hanno inserito le retrocessioni e le promozioni , le ultime tre classificate della Primavera 1 passano nella Primavera 2, e viceversa le 3 migliori della seconda lega salgono di categoria.

Mancini con la maglia Viola

Gianluca Mancini promettente difensore italiano classe 96 è cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina. Viste le ottime potenzialità, è riuscito ad esordire nel campionato primavera da sotto età, avendo lui solo 17 anni. Nell’ultimo anno in casa viola ha giocato 22 partite , non raggiungendo per poco le fase finale del torneo, perdendo amaramente nei playoff ai rigori contro  il Torino.

Mancini con la maglia del Perugia

E’ rimasto nella squadra toscana fino al 2015, per poi passare in prestito al Perugia. Il suo esordio con il Perugia è avvenuto nella gara di Coppa Italia contro la Reggiana. Nonostante le poche presenze in campo, la società umbra colpita dalle doti del ragazzo ha deciso di riscattarlo, cedendolo all’Atalanta qualche mese dopo.

La prima stagione per lui nella squadra bergamasca, è stata di adattamento, ha dovuto adeguarsi ad un modulo di gioco differente e soprattutto ad uno stile di gioco completamente diverso. Quest’anno invece, Mancini è riuscito a dimostrare in maniera eccellente di aver acquisito i dettami tattici di Gasperini, dimostrando di essere uno dei migliori difensori non solo della squadra atalantina, ma anche del campionato.

Mancini a colloquio con Sirigu

Si è dimostrato molto utile in zona gol, facendone 5, rivelandosi uno dei migliori realizzatori a livello europeo nel suo ruolo. Le sue ottime prestazione gli sono valse la prima chiamata in nazionale qualche settimana fa, esordendo da titolare contro il Liechtenstein.

Le caratteristiche del difensore

Mancini contrasta il Pipita

Mancini è alto 1.90; ha un fisico prestante, che gli permette di reggere scontri fisici con giocatori più possenti di lui. Riesce a far sentire la propria presenza in area avversaria, è un vero e proprio spauracchio per gli avversari con i suoi colpi di testa letali. Ha una buona velocità ed una discreta tecnica individuale per essere un difensore. Mancini ha ottime capacità nell’anticipo e nel far ripartire l’azione. Mostra anche una notevole duttilità, con la possibilità di essere impiegato anche da terzino destro.

Il giocatore è seguito da molti club del nostro campionato, tra queste sono presenti : Roma, Inter, Juventus, ultimamente si sono interessate a lui anche alcune società inglesi e tedesche.

Retroscena

Mancini è passato dalla Fiorentina al Perugia per la cifra di 150.000 euro.  Nell’accordo di vendita, la    squadra gigliata avrebbe dovuto ricevere il 50% della futura rivendita. La squadra viola contesta di non aver ricevuto la reale cifra della rivendita, in quanto Atalanta e Perugia non avrebbero dichiarato il reale costo dell’operazione.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.