Saranno Viktoria Azarenka e Naomi Osaka a contendersi l’edizione 2020 dell’Us Open. Nelle due semifinali la bielorussa sconfigge la superfavorita Serena Williams con il punteggio di 1-6, 6-3, 6-3, mentre la nipponica prevale su Jennifer Brady( 7-1, 3-6, 6-3). Le due vincitrici si trovano cosi di nuovo dopo la finale di Cincinnati che non si è giocata a causa del forfait della Osaka.

AZARENKA-WILLIAMS

Parte malissimo la bielorussa perdendo nettamente il primo set. Superato lo schock iniziale, l’Azarenka si riprende strappando il.servizio all’avversaria al quinto game chiudendo il secondo set a proprio favore. Il match si decide nel secondo set del terzo game. La Williams patisce qualche problema fisico e si fa strappare il servizio che consente alla bielorussa di fare sua la partita.

Serena Williams raggiunge il terzo turno del Western and Southern Open

BRADY-OSAKA

Nell’altra semifinale, la Brady ha il merito di provarci ma l’Osaka non perde la calma trovando i colpi giusti per conquistare la seconda finale dell’ Us Open , terza complessiva nei tornei dello Slam. Dopo un primo set molto combattuto, Osaka è molto più pimpante nel minigioco finale che conquista con un netto 7-1. La Brady reagisce conquistando il suo secondo set grazie al braek ottenuto nel secondo game. Si va al set decisivo dove la Osaka prende ritmo , fa suo il quarto game e arriva dritta alla vittoria.

Una grande prova di maturità e forza la sua, sempre impegnato in questi giorni newyorkesi a testimoniare il suo supporto al movimento Black lives matter, indossando mascherine nere con i nomi delle vittime della violenza razzista. Di sicuro la Brady vale molto di più della sua classifica: a New York ha dimostrato un tennis da top 10 che, avendo solo 25, potrà confermare nel prossimo futuro. L’Osaka, invece, ha confermato tutta la sua esperienza amministrando a proprio piacimento un match mai in discussione.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20