Conegliano

Una stagione strepitosa quella del Conegliano. Vince lo scudetto dopo aver vinto anche tutte le partite di campionato. Una squadra che oggi, nel panorama italiano, non ha rivali. Il quarto scudetto lo conquista a Novara con il punteggio di 3-1 e apre le porte ad una nuova affascinante avventura, quella della Champions League. La squadra di casa ha tenuto testa al Conegliano ma nulla ha potuto contro colei che è stata la vera e propria trascinatrice: Paola Egonu.

Il primo set è decisamente equilibrato tanto da chiudersi con due soli punti di distacco in favore del Conegliano: 31-29. Il secondo invece è appannaggio del Novara che ristabilisce la parità e riapre le speranze. Il parziale sarà 24-26. Una frazione faticosa che prosciuga le energie tanto da cedere nei successivi e ultimi due set 25-18 e 25-22. Molti di questi punti sono arrivati proprio dalle giocate di Paola Egonu. Dopo aver conquistato il record di 47 punti nella partita di andata la campionessa, nata a Cittadella, replica nel ritorno e conquista da sola altri 35 punti.

Tokio 2020: sorteggiati i gironi del calcio femminile. Chi vincerà l’oro?

Con la finale scudetto salgono a 63 le vittorie consecutive del Conegliano. Numeri impressionanti che fanno delle venete una squadra di tutto rispetto così come ha riconosciuto anche la squadra novarese per voce di Stefania Sansonna. Secondo quanto riportato da Rai Sport fine gara a dichiarato: “Siamo calate nel finale forse anche a causa di un pò di stanchezza. Noi ce l’abbiamo messa tutta, credo che in questa stagione abbiamo fatto qualcosa di grandioso, sono orgogliosa e usciamo a testa alta. Si è perso contro una squadra di tutto rispetto. Il nostro è un gruppo giovane, torneremo ancora più vogliose l’anno prossimo”.

World Padel Tour: finisce l’Alicante Open per i colori azzurri

Alicante Open 2021: fuori il duo Cremona-Cattaneo

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20